Dushanbe, cambia la politica del debito pubblico

51

TAJIKISTAN – Dushanbe. 28/07/15. La testata Asia Plus riferisce che nel rapporto presentato in conferenza stampa a Dushanbe, Lochin Fayzulloyev, Primo Vice Presidente del Comitato di Stato per gli investimenti e di proprietà dello Stato Property Management (GosKomInvest), ha rivelato che il 27 luglio Tagikistan sta rivedendo la sua politica prestito esterno.

«Con la nuova politica finanziaria del paese, il debito estero, in futuro, del Tagikistan non deve superare il 20 per cento del prodotto interno lordo del paese» ha detto Fayzulloyev.

E poi ha aggiunto: «Nel quadro della nuova strategia di gestione del debito estero, il Tagikistan prenderà in prestito denaro solo nel caso in cui il tasso di interesse non superi il 3 per cento e il periodo di ammortamento è tra i 7 e i 10 anni», ha detto ufficiale tagiko. Nel corso dei primi sei mesi di quest’anno, il debito estero del paese è diminuito di 34,6 milioni dollari (USD) dei 2,1 miliardi di dollari. Il Tagikistan ora deve 326.500.000 di dollari alla Banca Mondiale e 277 milioni di dollari alla Banca asiatica di sviluppo. E alla Cina il più grande creditore del Tagikistan deve 942 milioni di dollari.