TAIWAN. Tokyo e Washington nominano Taipei e Pechino reagisce: bombardamenti aerei nei pressi dell’isola

150

La Cina ha condotto un esercizio di bombardamento aereo su larga scala durante lo scorso fine settimana, mentre le tensioni si sono intensificate su Taiwan, spinte da una dichiarazione congiunta sull’isola da parte di Stati Uniti e Giappone. Il Comando del Teatro Orientale dell’Esercito Popolare di Liberazione, che sorveglia lo Stretto di Taiwan, ha schierato decine di bombardieri strategici H-6K in un’esercitazione di nove ore di fuoco vivo.

Secondo la televisione di stato cinese e Scmp, i bombardieri sono decollati da un aeroporto militare nella Cina orientale in formazioni da combattimento in condizioni di scarsa visibilità e si sono diretti verso un “poligono sconosciuto”, ha detto Cctv.

Gli H-6K, che hanno una capacità di carico massima di 15 tonnellate, si sono anche esercitati in contromisure elettroniche con unità missilistiche di difesa aerea. Una volta raggiunto il loro spazio aereo di destinazione, hanno lanciato bombe aeree a caduta libera da diverse altitudini.

Dopo essere tornati alla base, gli aerei hanno ripetuto l’esercizio durante la notte: «Le lunghe ore, l’alta intensità, l’addestramento giorno-notte hanno rapidamente aumentato le capacità di assalto delle forze aeree e migliorato le reali capacità di combattimento», ha detto il servizio di Cctv.

L’esercitazione aerea è stata fatta dopo che i leader statunitensi e giapponesi hanno menzionato Taiwan in una dichiarazione congiunta, la prima dal 1969. Il primo Ministro giapponese Yoshihide Suga e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden hanno scatenato le ire di Pechino la scorsa settimana dicendo che i due paesi «sottolineano l’importanza della pace e della stabilità attraverso lo stretto di Taiwan e incoraggiano la risoluzione pacifica delle questioni dello Stretto».

La Cina ha detto che tali commenti erano dannosi per la pace e la stabilità regionale e ha giurato di difendere risolutamente la sua sovranità nazionale, la sicurezza e gli interessi di sviluppo. Pechino considera Taiwan come parte del suo territorio da portare sotto il controllo della Cina continentale, con la forza, se necessario.

Il Pla ha intensificato l’attività militare vicino all’isola, mentre le tensioni tra Washington e Pechino su Taiwan si intensificano, compreso l’invio di aerei da guerra nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan su base quasi giornaliera negli ultimi mesi.

Antonio Albanese