TAIWAN. Taipei potrebbe essere invasa dal 2022

385

L’ex Consigliere per la sicurezza nazionale H.R. McMaster ha avvertito che il periodo di maggior pericolo per Taiwan è dal 2022 in poi, dopo le Olimpiadi invernali di Pechino e il doppio congresso nazionale del Partito Comunista Cinese: «Taiwan è il prossimo gran premio per la Cina ed è il punto di pericolosità più significativo che potrebbe portare a una guerra su larga scala», ha detto McMaster, ora docente alla Hoover Institution dell’Università di Stanford, in un’audizione davanti alla commissione.

Il presidente cinese Xi Jinping crede di «avere una finestra di opportunità che si sta chiudendo, e vuole, a suo parere, rendere la Cina di nuovo completa», ha detto McMaster, che è stato Consigliere per la sicurezza nazionale nell’amministrazione Trump dal 2017 al 2018, citando le repressioni di Pechino a Hong Kong e nello Xinjiang.

La Cina dice che gli Stati Uniti dovrebbero smettere di interferire nei suoi affari interni in questi territori, un punto ribadito proprio la scorsa settimana dal ministro degli Esteri cinese Wang Yi.

Una grave crisi tra la Cina e gli Stati Uniti su Taiwan salita per la prima volta quest’anno ai primi posti tra i conflitti, nell’indagine annuale sulle priorità preventive del Council on Foreign Relations, pubblicata a gennaio.

Era il pericolo n. 2 per gli interessi degli Stati Uniti nella regione, subito dopo lo sviluppo di armi nucleari da parte della Corea del Nord, secondo il rapporto, che è stato compilato dopo aver intervistato esperti americani di politica estera.

Taiwan è il più grande produttore di semiconduttori al mondo, rappresentando il 22% della capacità produttiva globale secondo una stima del Boston Consulting Group per il 2020.

Per McMaster, la politica attuale verso Taiwan è «adeguata, soprattutto dopo che abbiamo reso pubbliche le sei assicurazioni» a Taiwan.

È infatti attraverso le azioni che gli Stati Uniti dimostrano il loro impegno verso Taiwan e scoraggiano Pechino. Sia l’amministrazione Trump che l’amministrazione Biden hanno agito per assicurare Taiwan e inviare un chiaro messaggio alla Cina, ha detto McMaster.

«C’è una corsa in corso in questo momento per aiutare Taiwan a irrobustire le sue difese per rendersi indigesta prima del periodo di “maggior pericolo dal 2022 in poi. È importante mantenere forze congiunte in grado di posizionarsi in avanti nella regione», ha detto McMaster, «perché quello che la Cina sta cercando di fare è di creare nel Mar Cinese Meridionale una barriera che renderebbe semplicemente troppo costoso per noi venire in difesa di qualsiasi alleato».

Maddalena Ingrao