TAIWAN. Pechino utilizza un aeroporto civile per i voli su Taipei

193

La Cina sta probabilmente utilizzando un aeroporto civile inutilizzato appena al di là dello stretto di Taiwan per condurre i suoi sorvoli vicino all’isola. Una serie di immagini satellitari, in diverse occasioni, hanno mostrato aerei militari parcheggiati a terra che corrispondono ai rapporti militari taiwanesi.

L’aeroporto di Shantou-Waisha, a meno di 350 km ijn linea d’aria dalla città di Taiwan di Tainan, ha ospitato distaccamenti a rotazione di aerei dell’Esercito Popolare di Liberazione almeno da ottobre 2020, secondo Defense News. L’aeroporto misto civile e militare, che serviva la città di Shantou, ha cessato le operazioni commerciali nel 2011 quando il vicino aeroporto Jieyang-Chaoshan è stato aperto come scalo civile della città.

Le immagini dell’ottobre 2020 hanno mostrato due aerei da guerra antisommergibile Shaanxi KQ-200 su quello che era il piazzale del parcheggio civile. Due aerei simili sono stati visti il 7 maggio 2021, con uno di questi visto rullare verso la pista in un’altra foto satellitare che è stata pubblicata su Google Earth.

Secondo il ministero della Difesa Nazionale di Taiwan, due KQ-200 – che ha descritto come “Y-8 ASW” perché il KQ-200 è basato sul velivolo Y-8F – sono entrati nella parte meridionale della sua zona di identificazione della difesa aerea, o Adiz, quel giorno, volando da e tornando in direzione della città.

Questo tipo di zona è lo spazio aereo su cui l’identificazione e la posizione degli aerei che operano in esso è monitorata per scopi di sicurezza nazionale, ed è separato da e può estendersi oltre lo spazio aereo territoriale di un paese per dare al paese più tempo per rispondere agli aerei di interesse.

I KQ-200 della Cina sono stati gli aerei più comunemente segnalati da Taiwan che attraversano la sua Adiz. questa classe di velivoli è gestita dall’aeronautica militare cinese; le unità più vicine conosciute che operano la piattaforma sono i reggimenti basati a Dachang a Shanghai a nord e a Qionghai sull’isola meridionale cinese di Hainan, ai margini del Mar Cinese Meridionale.

Inoltre, immagini del vecchio piazzale civile hanno mostrato aerei presenti dalla metà del 2020. Nelle foto dell’aeroporto scattate il 2 settembre, si vedono sei aerei Sukhoi Su-27/30 Flanker, o i suoi derivati cinesi Shenyang J-11/16, sul piazzale nord; il ministero della Difesa Nazionale di Taiwan ha poi segnalato quattro e due Su-30 che entrano nella sua Adiz il 5 e 6 settembre, rispettivamente, dalla direzione di Shantou.

Tutti i tracciati poi suggeriscono che la base aerea è utilizzata come un comodo punto di partenza per gli aerei Pla nella Adiz di Taiwan.

La Cina ha inviato un massimo di 149 aerei nella zona tra l’1 e il 4 ottobre, in coincidenza con la festa nazionale della Cina il primo del mese. Tuttavia, non sono entrati o si sono avvicinati allo spazio aereo taiwanese, né hanno attraversato la linea mediana sullo stretto che funge da confine aereo e marittimo non ufficiale tra Cina e Taiwan.

Tommaso Dal Passo