TAIWAN. Aperto un ufficio per aiutare chi scappa da Hong Kong

48

Poco più di 5.000 persone di Hong Kong hanno ricevuto permessi di residenza a Taiwan l’anno scorso, con un aumento del 40% rispetto al 2018, riporta Central News Agency.

Taiwan ha aperto un ufficio governativo a luglio per aiutare i cittadini di Hong Kong a richiedere la residenza, dopo che la Cina ha approvato una legge sulla sicurezza che ha fatto alzare la tensione nell’ex colonia britannica teatro di numerose proteste contro il governo centrale.

Anche se finora è difficile valutare l’interesse o la capacità, Taiwan ha aperto il suo Hong Kong Service Office, anche se ci si aspetta che solo un modesto numero di cittadini di Hong Kong provi a trasferirsi.

La maggior parte dei futuri espatriati di Hong Kong preferisce gli stipendi dell’Occidente a quelli di Taiwan e alcuni temono che alla fine Taiwan entrerà in conflitto con la Cina. D’antro canto, Taiwan suscita un certo interesse tra i possibili profughi di Hong Kong a causa della sua vicinanza, 90 minuti di volo, del costo della vita più basso e di una cultura cinese simile a quella di Hong Kong.

Sono molti gli uomini d’affari dell’ex colonia britannica con legami personali a Taiwan e queste connessioni aiutano i nuovi arrivati ad orientarsi tra le normative commerciali di Taiwan. La Commissione per gli investimenti di Taiwan elenca 1.760 progetti di investimento da Hong Kong da quando ha iniziato a tenere i registri nel 1962 e valgono complessivamente 7,9 miliardi di dollari, riporta VoA.

Le persone più ricche che fuggono da Hong Kong hanno più probabilità di atterrare nei paesi occidentali che a Taiwan; un esempio sono quelli che sono partiti nel 1997 che si sono diretti in Australia, Canada e altri paesi occidentali. I costi della vita sono più alti in Occidente, così come gli stipendi.

La classe operaia si troverebbe ad affrontare una retribuzione più bassa a Taiwan, rispetto a Hong Kong, più un mercato del lavoro con poco spazio per i nuovi arrivati senza connessioni e che parlano solo il cantonese di Hong Kong piuttosto che il cinese mandarino ufficiale di Taiwan. Gli stipendi netti mensili a Hong Kong sono più del doppio di quelli di Taiwan.

Anche l’Australia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti hanno proposto dei modi per accettare i cittadini di Hong Kong come rifugiati alla luce della nuova legge cinese. L’ufficio di servizio di Taiwan offre agli abitanti di Hong Kong assistenza umanitaria, aiuto nella ricerca di un lavoro e consigli su come investire o avviare un’attività commerciale.

Antonio Albanese