TAGIKISTAN. Finanziamenti ADB per i Corridoi economici verso l’Europa

51

La Banca Asiatica di Sviluppo, Adb, ha approvato una sovvenzione di 110 milioni di dollari per il Tagikistan per costruire 30 chilometri di un’autostrada e 30 km di strade secondarie tra le città di Obigarm e Nurobod nel nord-est del paese.

La strada Obigarm-Nurobod fa parte dei Corridoi 2, 3 e 5 del Programma di cooperazione economica regionale dell’Asia centrale che collega il Tagikistan, paese senza sbocco sul mare e montano, al mercato eurasiatico e globale. La strada collega la capitale Dushanbe alla regione nord-est del Tagikistan e alla Repubblica del Kirghizistan ed è percorsa da circa 2.000 veicoli al giorno, riporta Aki Press.

«La costruzione della nuova autostrada a due corsie tra Obigarm e Nurobod contribuirà a migliorare la connettività e la competitività commerciale del paese», ha detto Kamel Bouhmad, esperto dei trasporti Adb per l’Asia centrale e occidentale. «Inoltre, saranno costruite strade di accesso ai villaggi per tutte le stagioni, che forniranno alle comunità locali isolate l’accesso a posti di lavoro, mercati e servizi sociali come l’istruzione e la sanità».

La costruzione dell’autostrada lunga 75 km è stata suddivisa in tre sezioni. L’Adb e il Fondo Opec per lo sviluppo internazionale cofinanzieranno un tratto di 30 km da Obigarm a Tagikamar, comprendente due tunnel della lunghezza totale di 3,3 km, per una stima di circa 178 milioni di dollari. Il governo ha inoltre chiesto un prestito alla Banca asiatica per gli investimenti infrastrutturali e alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo per la costruzione dei restanti tratti dell’autostrada di 75 km. La nuova autostrada sostituirà la strada esistente che cesserà di funzionare per far posto ad una diga idroelettrica attualmente in costruzione. L’autostrada sarà completata prima dello smantellamento della strada esistente, in quanto l’unico percorso alternativo comporterebbe una deviazione di circa 320 km.

La prima assistenza dell’ada al Tagikistan è stata nel 1998 per sostenere la ricostruzione postbellica. Da allora, Adb ha mobilitato oltre 1,8 miliardi di dollari per il paese, di cui oltre 1,2 miliardi di dollari in sovvenzioni. L’assistenza ha contribuito a migliorare le infrastrutture energetiche e di trasporto tagijke, a sostenere lo sviluppo sociale, ad espandere la produzione agricola e a rafforzare la cooperazione regionale e gli scambi commerciali.

Maddalena Ingroia