SVEZIA. Stoccolma si riarma e si allea contro i russi a Norvegia e Danimarca

206

La Svezia ha firmato oggi un accordo di cooperazione per la difesa con la Norvegia e la Danimarca per contrastare il deterioramento della situazione della sicurezza nella regione baltica, riporta la svedese TV4.

A TV4, il ministro della Difesa Peter Hultqvist ha detto che «la Russia è pronta a usare la forza militare per raggiungere scopi e obiettivi politici. (…) Facciamo l’accordo perché è necessario. La nostra politica è aumentare la nostra capacità, con l’obiettivo di costruire una soglia più alta per le crisi».

Secondo Hultqvist, per molto tempo è stato importante avviare una cooperazione operativa militare: «Norvegia, Svezia e Danimarca ritengono che la situazione della sicurezza sia peggiorata nel Sound e nel Mare del Nord, tra gli altri luoghi, il che significa che la capacità di affrontare congiuntamente una minaccia o un incidente deve aumentare (…) In una crisi, possiamo agire più velocemente, oppure possiamo vedere attraverso un possibile antagonista cosa abbiamo e cosa facciamo. Quindi non scelgono di attuare piani negativi nei nostri confronti».

La Svezia, che non è membro della Nato ma gode di stretti legami con l’alleanza, sta ricostruendo il suo esercito dopo decenni di abbandono a causa delle crescenti tensioni con la Russia nella regione baltica. Hultqvist ha ribadito, riporta Reuters: «Se c’è una situazione di crisi, saremo molto più preparati perché avremo coordinato la nostra pianificazione in questa regione (…) In pratica, saremo in grado di reagire più rapidamente”.

Il Ministro svedese ha detto che le risorse combinate dei tre paesi aiuteranno a scoraggiare un potenziale antagonista. La Svezia ha aumentato la spesa militare – compreso l’accordo per comprare missili Patriot dagli Stati Uniti – e ha approfondito la sua cooperazione militare con la Nato e i paesi vicini come la Finlandia negli ultimi anni in risposta alle accresciute tensioni con la Russia.

«Sappiamo che la Russia è pronta a usare il potere militare per raggiungere i suoi obiettivi politici (…) Stiamo approfondendo la nostra cooperazione con gli altri paesi di questa regione proprio per alzare il livello di prevenzione delle perturbazioni e delle crisi», ha detto Hultqvist.

Gli ha fatto eco il ministro della Difesa danese Trine Bramsen: «Il Mar Baltico in particolare è un’area che dobbiamo tenere d’occhio», ha affermato Bramsen.

Anna Lotti