Suzuki in Iran

43

IRAN – Teheran 13/06/2014. La giapponese Suzuki Car Company potrebbe entrare nel mercato automobilistico iraniano.

La casa nipponica sta, infatti, negoziando con l’omologa iraniana Iran Khodro per lanciare una nuova linea di produzione in Iran. Stando all’agenzia ISNA, Abdollah Babaee, direttore marketing e vendite di Iran Khodro, ha detto che Suzuki è tra le aziende con cui Iran Khodro sta discutendo allo scopo di ampliare la cooperazione. Inoltre, Renault SA e PSA Peugeot Citroën SA stanno riprendendo le consegne all’Iran, fino a poco tempo fa uno dei loro più grandi mercati. Dirigenti Renault e Peugeot si sono infatti, già incontrati con il Ministro dell’Industria iraniano Mohammad Reza Nematzadeh a Teheran alla fine novembre 2013, dopo la firma dell’accordo sul nucleare. All’epoca il ministro Nematzadeh disse:«Le imprese straniere sono ansiose di ristabilire legami con i produttori di auto iraniani e abbiamo intenzione di contribuire a sviluppare ulteriormente l’industria automobilistica del Paese attraverso queste interazioni».  Nell’aprile 2014, inoltre, Mohammadreza Najafimanesh, membro del consiglio di amministrazione della associazione di iraniani costruttori automotive, disse che ai produttore iraniani occorrevano circa 2 miliardi di dollari per far ripartirte la produzione del paese, una produzione che si attesta su circa1,3 milioni di auto.