Risarcimenti per la chiusura di Kaesong

52

COREA DEL SUD – Seul 21/07/2016. Il governo di Seul ha annunciato il 20 luglio di aver pagato 5,6 miliardi di won come risarcimento iniziale per i dipendenti della Corea del Sud in sofferenza per la chiusura del parco industriale di Kaesong in Corea del Nord.

Riporta Yonhap che il ministero dell’Unità ha comunicato che Seoul ha pagato il il risarcimento per 335 lavoratori; al 19 luglio, 490 lavoratori hanno fato domanda per l’assistenza dello Stato, ribadendo che il governo provvederà alle richieste di coloro che non sono stati ancora pagati. Per quanto riguarda il sostegno del governo per le imprese, al 20 luglio, un totale di 259,3 miliardi di won di copertura assicurativa erano stati dati a 60 aziende su un totale di 112 imprese assicurate dal programma di cooperazione economica del governo. Sono 43 le aziende che non hanno firmato il programma di assicurazione e che hanno richiesto 57,8 miliardi di won come risarcimento per l’immobilizzazione dei materiali e delle attrezzature lasciate a Kaesong.
Come si ricorderà il 10 febbraio, il governo di Seoul ha chiuso il parco industriale a nord della zona demilitarizzata (Dmz) che separa le due Coree, dopo che Pyongyang aveva testato il suo quarto ordigno nucleare il 6 gennaio e aveva lanciato un missile balistico a lungo raggio il 7 febbraio.