SUDAN. Khartum firma gli Accordi di Abramo

45

Il 6 gennaio, il Sudan ha firmato gli Accordi di Abramo, cioè gli accordi mediati dagli Stati Uniti, che hanno inaugurato un riavvicinamento tra Israele e diversi Stati arabi. Anche se Sudan e Israele avevano annunciato che avrebbero normalizzato i legami lo scorso ottobre, il governo di Khartoum aveva detto che la decisione finale sarebbe stata presa dal parlamento di transizione, che deve ancora essere formato.

Gli Emirati Arabi Uniti, il Bahrein e il Marocco hanno già firmato gli accordi, che prevedono la prospettiva di legami economici e diplomatici più immediati con Israele. I funzionari statunitensi dicono di sperare di incoraggiare l’Autorità palestinese a tornare a negoziare con Israele, ma i palestinesi dicono che non ci può essere una risoluzione del conflitto israelo-palestinese, a meno che non siano coinvolti.

Ad ottobre, riporta Reuters, ci si aspettava una cerimonia di firma alla Casa Bianca. Poco più di due mesi dopo, gli accordi sono stati firmati tranquillamente a Khartoum il 6 gennaio dal ministro della Giustizia Nasredeen Abdelbari e dal ministro del Tesoro statunitense Steve Mnuchin.

«La dichiarazione sancisce la necessità di consolidare i significati della tolleranza, del dialogo e della convivenza tra i diversi popoli e le diverse religioni nella regione del Medio Oriente e nel mondo, in un modo che serva a promuovere una cultura di pace», ha detto il governo sudanese in una dichiarazione. Come parte dell’accordo iniziale di ottobre, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva detto che avrebbe eliminato il Sudan dalla lista governativa statunitense di paesi che promuovono il terrorismo, un processo che è stato completato il mese scorso.

Mnuchin ha anche firmato un memorandum d’intesa per fornire al Sudan un prestito ponte precedentemente annunciato per aiutare Khartum a cancellare i suoi arretrati alla Banca Mondiale e ad accedere a 1 miliardo di dollari in finanziamenti annuali, ha detto il ministero delle Finanze del Sudan: «La firma degli Accordi di Abraham da parte del Sudan è un passo importante per far progredire gli accordi regionali di normalizzazione in Medio Oriente», ha detto il ministro degli Esteri israeliano Gabi Ashkenazi in un tweet.

Luigi Medici