STRETTO DI HORMUZ. Gli USA inviano aerei e navi per bloccare gli iraniani

142

Gli Stati Uniti stanno inviando altri caccia e una nave da guerra nello Stretto di Hormuz e nel Golfo di Oman per aumentare la sicurezza in seguito ai tentativi iraniani di sequestrare navi commerciali.

Il Pentagono ha dichiarato lunedì 17 luglio che il cacciatorpediniere USS Thomas Hudner e alcuni caccia F-35 si dirigeranno nell’area. L’Hudner si trovava già nel Mar Rosso, riporta Military Times.

La settimana scorsa i funzionari della Difesa hanno annunciato il dispiegamento di F-16 nell’area durante lo scorso fine settimana e da quasi due settimane sono presenti aerei d’attacco A-10 in risposta alle attività iraniane nell’area.

Gli ultimi dispiegamenti arrivano dopo che l’Iran ha cercato di sequestrare due petroliere vicino allo stretto all’inizio del mese, aprendo il fuoco su una di esse. Gli aerei sono destinati a fornire copertura aerea alle navi commerciali che si muovono attraverso la via d’acqua e ad aumentare la visibilità dell’esercito nell’area, come deterrente per l’Iran.

La Marina statunitense ha dichiarato che in entrambi i casi le navi iraniane hanno fatto marcia indietro quando la USS McFaul, un cacciatorpediniere con missili guidati, è arrivata sul posto. La Marina ha dichiarato che il McFaul rimane nella regione del Golfo per continuare a proteggere le rotte di navigazione.

Il Pentagono ha fatto sapere che non è chiaro per quanto tempo la componente navale ed aerea aggiuntiva rimarranno nella regione: «Alla luce di questa continua minaccia e in coordinamento con i nostri partner e alleati, il Dipartimento sta aumentando la nostra presenza e la nostra capacità di monitorare lo stretto e le acque circostanti».

Secondo la Marina statunitense, negli ultimi due anni l’Iran ha sequestrato almeno cinque navi commerciali e ne ha “molestate” più di una dozzina.

Molti degli incidenti si sono verificati nello Stretto di Hormuz e nelle sue vicinanze: Hormuz è la stretta imboccatura del Golfo Persico attraverso la quale passa il 20% di tutto il petrolio greggio globale; collo di bottiglia strategico che Teheran ha minacciato di chiudere in caos di conflitto.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/