STAR TREK. Kirk non sarà più sull’Enterprise nella nuova serie

279

A quanto pare, la prossima serie Star Trek: Strange New Worlds intende essere un ritorno ai primi principi del franchise di Star Trek: speranza, ottimismo e possibilità collettive.

Mentre Star Trek: Discovery e Star Trek: Picard hanno spinto il franchise in avanti con temi più oscuri, legati alla lotta fra bene e male, molto più intimistici rispetto ala saga originale, Strange New Worlds ripercorrerà fedelmente lue orme originarie. Ci sono tutte le ragioni per credere che questo sarà esattamente il tipo di fantascienza piena di speranza di cui la televisione in generale ha così disperatamente bisogno in questo momento, riporta Den of Geek.

Tuttavia, mentre conosceremo più a fondo gli anni giovanili di personaggi molto noti come il Capitano Christopher Pike, o assisteremo ai primi anni della carriera di Spock sull’Enterprise, il personaggio che potrebbe non esserci è proprio James T. Kirk.

Molti fan di Star Trek si stanno già chiedendo, ripetutamente: “Dov’è Kirk?”. A quanto pare le linee temporali previste dagli autori, si allineano abbastanza da permettere ad un giovane Kirk di comparire in Strange New Worlds ad un certo punto. Guardando il successo che show come The Mandalorian hanno trovato nel raccontare nuove storie attraverso uno sviluppo già creato dalla malassi dei fan, l’”assenza-presenza” di Kirk si spiega quasi da sola. Comunque, Strange New Worlds non dovrebbe presentare Kirk, semplicemente perché non ne ha bisogno.

James Kirk è il personaggio iconico al centro del mondo di Star Trek, e Strange New Worlds prende il titolo da uno dei suoi monologhi più famosi. Ma questa serie ha così tante storie da raccontare che non hanno nulla a che fare con la Serie Originale o con l’uomo che un giorno siederà sulla poltrona di capitano dell’Enterprise.

Quelle storie, e questa serie, avranno la possibilità di stare in piedi da sole, senza l’ombra del Capitano Kirk che incombe su di loro. Strange New Worlds ha già un leader convincente e accattivante in Pike, un uomo oppresso dalla conoscenza del suo futuro immutabile e profondamente doloroso, ma che rifiuta di permettere che questo lo renda crudele. La sua visione comunitaria e orientata al servizio del suo lavoro di ufficiale della Flotta Stellare ha molto più in comune con Jean Luc Picard che con James Kirk, e la sua fiducia nella collaborazione e nel genuino lavoro di squadra lo rende l’archetipo di comandante che tutti vorrebbero.

Tommaso Dal Passo