SPAZIO. Cina e Russia nuovi attori della guerra tra le stelle

114

La Cina e la Russia sono ormai nuovi attori principali nello scenario spaziale sottraendo spazio  a lungo detenuto dall’America, prendendo di mira la dipendenza degli Stati Uniti dai sistemi spaziali per proiettare il potere di combattimento in aree di conflitto e instabilità.

Ad aprile è stato pubblicato dalla Defense Intelligence Agency degli Stati Uniti, un rapporto intitolato Challenges to Security in Space in cui si dice che l’emergere della Cina come potenza spaziale e una Russia risorgente nello spazio hanno «ampliato la militarizzazione dello spazio, poiché entrambi i paesi integrano capacità spaziali e contro-spaziali nelle loro strategie nazionali e di guerra per sfidare gli Stati Uniti». Il rapporto dice che tra il 2019 e il 2021, le flotte spaziali di Cina e Russia sono cresciute del 70% dopo un periodo di rapida crescita dal 2015 al 2018, quando entrambi i paesi hanno aumentato le loro flotte satellitari combinate del 200%, riporta AT. 

Nel rapporto si fa notare anche che la Cina e la Russia stanno sviluppando sistemi per ridurre la loro dipendenza dal Global Positioning System, il Gps, basato sugli Stati Uniti e altre tecnologie spaziali, mettendo in campo armi anti-satellite, Asat, sempre più sofisticate e continuando a posizionarsi come potenze spaziali con l’obiettivo di creare norme spaziali globali per contrastare e battere la leadership statunitense.

Il rapporto riassume anche brevemente le dottrine di guerra spaziale di Cina e Russia; menziona che la Cina vede le operazioni contro-spaziali come un mezzo per scoraggiare l’intervento degli Stati Uniti a Taiwan, con la potenziale distruzione delle risorse spaziali degli Stati Uniti, rendendo difficile per gli Stati Uniti e i suoi alleati l’uso di armi a guida di precisione. Si afferma anche che la Cina potrebbe prendere di mira i satelliti che svolgono ruoli di intelligence, sorveglianza, ricognizione, comunicazione e allarme rapido per “accecare” le forze statunitensi e alleate.  

Il rapporto dice che la Russia vede lo spazio come un fattore critico per la proiezione di forza degli Stati Uniti e le capacità di attacco di precisione, e che queste capacità sono un tallone d’Achille che può essere sfruttato per compensare un vantaggio militare percepito dagli Stati Uniti. 

La Russia ha dispiegato le sue capacità di negazione dello spazio in Ucraina, con rapporti che suggeriscono che ha bloccato il Gps e lo spoofing per ostacolare le operazioni militari ucraine, nascondendo le proprie. Tuttavia, si ritiene anche che la Russia non abbia dispiegato l’intera portata delle sue capacità di guerra elettronica e che i suoi sforzi sembrano limitati a livello locale.

Inoltre, i servizi satellitari commerciali hanno permesso all’Ucraina di resistere meglio del previsto alle capacità di guerra elettronica della Russia e alle campagne di disinformazione. La Cina sta senza dubbio osservando gli sviluppi in Ucraina e adottando lezioni per la propria contingenza di Taiwan. Pechino ha probabilmente preso nota che la condivisione dell’intelligence degli Stati Uniti con l’Ucraina ha giocato un ruolo importante nei rovesci militari russi e nelle pesanti perdite materiali, e può cercare di evitare una ripetizione di quello scenario se sceglie di invadere Taiwan. In una lotta per Taiwan, è altamente probabile che gli Stati Uniti avranno la stessa mano libera nell’intervenire come nell’assistere l’Ucraina.

Sia la Cina che la Russia hanno dispiegato sofisticate capacità Asat, che vanno dalla guerra elettronica, alla guerra cibernetica, alle armi a energia diretta, ai missili Asat e ai satelliti armati. Attualmente, entrambi gli avversari degli Stati Uniti attaccano regolarmente i satelliti statunitensi con mezzi non cinetici, come laser, disturbatori di radiofrequenza e attacchi informatici. 

Si ritiene che la Cina sia più avanti della Russia nello sviluppo delle capacità Asat, che ha messo in campo ad un ritmo relativamente rapido. È probabile che la Cina abbia anche capacità significative contro il Gps, anche se la natura esatta delle sue capacità è difficile da accertare attraverso informazioni open-source.

Anche se ci sono prove significative della ricerca scientifica cinese e dello sviluppo di capacità di guerra elettronica per applicazioni contro lo spazio e alcune prove open-source delle capacità di guerra elettronica cinese contro lo spazio, non ci sono prove pubbliche del loro uso attivo in operazioni militari.

Tommaso Dal Passo