I disoccupati spagnoli fuggono in Argentina

54

Spagnoli disperati fuggono a migliaia in Argentina, con la speranza di creare una nuova vita in Sud America. Preferendo l’inflazione alla prospettiva di ricerca di un lavoro in un paese con il più alto tasso di disoccupazione nel mondo industrializzato.

I dati ufficiali indicano che più di 65.000 spagnoli sono fuggiti in Argentina dopo l’inizio della crisi finanziaria del 2008; altri, 25.000, hanno scelto il Messico.
Di fronte a un tasso di disoccupazione al 25%, molti preferiscono vivere in Argentina, con un tasso di inflazione stimato al 24 per cento ma dove è ancora possibile lavorare. Probabilmente gli spagnoli non hanno calcolato il fatto che l’Argentina si trova sull’orlo di un’altra crisi come quella del 2001.