Sofaz mostra i conti

37

AZERBAIJAN – Baku 19/7/13. I profitti del fondo statale del petrolio dell’Azerbaijan, Sofaz, ammontano a 726,4 milioni di manat nel periodo gennaio-giugno 2013, cmd comunicato dal fondo il 17 luglio. Secondo il rapporto, i costi ammontano a 5.791 milioni manat nello stesso periodo.

I ricavi da contratti petroliferi sono stati implementati fino a 6.488 milioni di manat. 

Circa 157.500.000 manat stati stanziati per le attività volte a migliorare le condizioni sociali e di vita di rifugiati e sfollati interni e circa 74 milioni di manat sono stati stanziati per il finanziamento della ricostruzione del sistema di irrigazione nella zona Samur-Absheron.

I trasferimenti al bilancio dello Stato sono stati pari a 5.534 milioni di manat. Circa 6,3 milioni di manat sono stati spesi per l’istruzione di studenti azeri all’estero nell’ambito del programma statale per il 2007-2015. Inoltre, 2,9 milioni sono stati spesi per il finanziamento del nuovo progetto ferroviario Baku-Tbilisi-Kars.

Secondo le disposizioni statali, le risorse del fondo possono essere utilizzate per la costruzione o ricostruzione di importanti infrastrutture strategiche. Particolare attenzione è stata rivolta allo sviluppo del settore petrolifero e a quelli infrastrutturali e non petrolifero del paese nel periodo 2001-2009. 

I principali obiettivi del Fondo petrolifero di Stato, creato nel 1999, sono: accumulo di fondi e la disposizione delle attività del fondo all’estero, al fine di ridurre al minimo effetti negativi sull’economia, la perpetuazione del fondo per le generazioni future e il sostegno socio-economico in Azerbaigian.