Slovenia sull’orlo del collasso

42

SLOVENIA – Lubiana. Il governo della Slovenia è sull’orlo del collasso dopo l’uscita di uno dei partiti della coalizione di centro destra a pochi giorni da un voto di fiducia parlamentare.

Il 25 febbraio due ministri dello Slovenska ljudska stranka, Sls, hanno lasciato il governo; si tratta del terzo partito che lascia da quando l’autorità anti-corruzione nel mese di gennaio aveva accusato il primo ministro Janez Jansa di corruzione; accuse che il premier ha negato. Il voto di fiducia sul governo Jansa è fissato per 27 febbraio. Se cadesse il governo, un leader dell’opposizione diventerebbe primo ministro, attuando un rimpasto politico che porterebbe a un nuovo governo, senza immediate elezioni anticipate. Un voto anticipato potrebbe prolungare la ricerca di una soluzione per la crisi economica della Slovenia, e potrebbe causare la richiesta darete dello Stato Ue di un piano di salvataggio internazionale.