Offensiva finale a Sloviansk

58

UCRAINA – Donbass. 04/06/14. Si alza il livello di tensione a Sloviansk. Il Presidente ad interim Alexander Turchinov ha annunciato l’inizio di “sovrapposizioni” (scontri) al confine orientale dell’Ucraina, in particolare nella parte centrale delle regioni Luhansk e Donetsk nel sud. Mentre a Sloviansk si continua a combattere. Fonte eisvestia.

«Sono convinto che la localizzazione dei terroristi sarà notevolmente accelerata» ha spiegato il presidente e ha detto che un tale passaggio è obbligatorio, fonte eizvestia.com. Parlando ai giornalisti a un checkpoint all’entrata Sloviansk Mr. Turchynov osservato che i confini si sovrappongono e poi scompaiono dopo la possibilità di fornitura di armi e combattenti nel territorio dell’Ucraina. La scorsa settimana, il presidente Guardia di frontiera dello Stato, Mykola Lytvyn ha dichiarato l’intenzione di rafforzare significativamente il confine di Stato, e conseguentemente della chiusura del confine. Nel frattempo l?agenzia di stampa Ucraina UNN ha battuto la notizia secondo cui, sarebbero in arrivo per i “terroristi” appoggi da parte dei caucasici. Anche se non vengono menzionate le aree geografiche di provenienza. Secondo l’agenzia l’ ATO (forze di azione contro i terroristi) ha causato il panico tra le fila dei terroristi Donbas. A quanto apre i leader dei militanti filo russi hanno chiest soccorso a Mosca per proteggere le regioni di Donetsk e Lugansk. Fonte di UNN, il coordinatore della “resistenza Informazioni” D.Tymchuk . Secondo i dati di “Media Resistance” i governatori delle regioni autonome avrebbero lanciato l’sos anche verso la Crimea. Li vi sarebbero 300 uomini delle milizie dell’Autodifesa della Crimea. A Donetsk sarebbero arrivati anche 50 camion e in più avrebbero avuto rassicurazioni sul fatto che il coordinatore russo per l’arrivo di rinforzi sta inviando “caucasici” ( numero di rinforzi e percorsi di infiltrazione in Ucraina da confermare). A Sloviansk le forze ATO hanno lanciato l’ennesima offensiva contro i ribelli. Interrotto il servizio di acqua potabile e l’approvvigionamento alimentare verso la città. Un portavoce ATO V. Seleznev ha detto che i terroristi in fuga da Sloviansk stanno, cercando di rompere l’accerchiamento.