Sistema bancario brasiliano in sofferenza?

43

L’economia brasiliana sembra ancora in buona salute. 

La disoccupazione non sale, e il debito pro capite per i possessori di casa, 49% del reddito, è migliore di quello degli Usa.

 

Ma grazie alla spesa governativa e alle facilitazioni monetarie, i mutui stanno crescendo al tasso allarmante del 20%, ben cinque punti percentuali più alto di quello cinese.

Quattro grandi banche stanno gestendo l’operazione ma gli istituti medi non tengono il passo. La perdita di 637 milioni di dollari del Banco Cruzeiro, al di là del fatto che possa essere derivata da una frode ne è un esempio.

I suoi problemi con i mutui si sono rivelati più grandi di quelli affrontati nel 2011 dal gigante Itau Unibanco.

Il declino è giunto a tal punto che oggi Cruzeiro do Sul è in amministrazione controllata da parte di Fgc, il fondo assicurativo brasiliano.