Nuove offensive in Siria

34

SIRIA – Damasco 03\07/13. Le forze governative siriane hanno lanciato il 3 luglio volantini nella provincia settentrionale di Idlib esortando i ribelli ad arrendersi di fronte a un’offensiva imminente imminente regime.

Le forze forze fedeli a Bashar al-Assad continuano a lanciare offensive militari per riconquistare le aree controllate dai ribelli: il 2 luglio scorso, negli scontri ad Aleppo, Homs, e in altre zone del paese sono morte almeno 40 civili e 70 combattenti, tra quelli fedeli ad Assad e i ribelli, secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani. «Abbandonate le armi e tornare alle vostre famiglie» recita uno degli opuscoli, rivolto ai combattenti, «Siete stati ingannati» ne recita un’altro rivolto ai combattenti stranieri.

Un terzo volantino da istruzioni ai ribelli, stranieri e siriani, di avvicinare i punti di controllo del governo siriano con lentezza e sventolando il pieghevole in aria in segno di resa In Brunei, Segretario di Stato statunitense John Kerry ha incontrato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov per discutere i piani della conferenza internazionale di pace per la Siria; persistono, però, grandi differenze tra la Russia e gli Stati Uniti. L’indebolimento dell’opposizione siriana, le continue offensive del regime contro le roccaforti dei ribelli e il coinvolgimento di Hezbollah e dell’Iran, stanno offuscando le prospettive per i negoziati.