SIRIA. Defezioni di Hezbollah

228

A quanto pare ci sono problemi all’interno dello schieramento di Hezbollah. Sembra che le relazioni tra le diverse anime, intendendo non correnti politiche, ma origine geografica dei combattenti, cominciano a scricchiolare.

L’oggetto del contendere è il combattimento nel deserto siriano: la Badya (est di Hama, Raqqa) contro Daesh, conosciuto come ISIS. La questione da risolvere è chi va a combattere i “militanti” nel deserto siriano. Hezbollah in Siria raggruppa uomini provenienti dal Libano, dalla Siria e dall’Iraq.

Domenica scorsa, la milizia libanese Hezbollah ha espulso un certo numero di suoi membri volontari nelle campagne di Damasco, dopo che questi si erano rifiutati di recarsi nella regione di Badya per partecipare ad operazioni militari contro i militanti.

Una fonte locale ha detto che la leadership della milizia sabea Hezbollah ha licenziato un intero gruppo composto da 21 membri, e li ha deferiti alle indagini interne dopo che si erano rifiutati di partire come parte dei rinforzi diretti nel deserto, temendo per la loro vita a causa dei continui attacchi da militanti contro le forze del regime e le milizie sabee iraniane.

Al-Masada ha aggiunto che la decisione di separare i membri è stata emessa dalla leadership della milizia nell’area di Jabal Al-Mana nell’area di Al-Kiswah nella campagna occidentale di Damasco, e i membri sono stati informati e gli stato dato un tempo di 24 ore per lasciare il campo.

Secondo la fonte, la milizia, sotto la direzione della Guardia rivoluzionaria iraniana, ha iniziato a preparare rinforzi, tra cui 80 membri del personale, per inviarli nel deserto siriano per partecipare alle operazioni militari lì.

Sempre secondo la fonte, il numero dei militanti licenziati dall’inizio dello scorso ottobre ha superato i 60, la maggior parte dei quali sono combattenti locali dei governatorati siriani.

La regione siriana di Badya sta assistendo a continui scontri e ripetuti attacchi di uomini armati contro le forze del regime e le milizie iraniane, che hanno causato perdite nelle file di queste ultime in mezzi e vite.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/