Singapore, economia in contrazione

44

REPUBBLICA DI SINGAPORE – Singapore. Il PIL della città stato è cresciuto 1,2% in calo rispetto allo scorso anno e in contrazione per il terzo trimestre consecutivo, a riferirlo il primo ministro Lee Hsien Loong.

L’espansione di Singapore è scesa lentamente negli ultimi trimestri e si può dire che i volumi di affari siano in netto calo, a dire il vero la sofferenza è iniziata con la crisi del 2009. A quanto pare a peggiorare la situazione una nuova norma che limita l’assunzione di manodopera straniera che ha portato a una crescente carenza di lavoratori e dei costi aziendali più elevati perché in cerca di manodopera locale. Vincoli di assunzione, insieme alla debole crescita nei paesi avanzati, smorzata di espansione del 2012, Lee ha detto, e l’esportazione in funzione dell’economia rimane a rischio in quanto non si sa come sarà l’andamento economico di Stati Uniti e Europa.