Caro petrolio in Senegal

116

SENEGAL – Dakar 16/01/2016. I prezzi del petrolio sono al minimo e i due giganti africani, Algeria e Nigeria vivono grandi crisi.

Un barile di greggio è infatti crollato da quasi 200 a circa 30 dollari; una caduta vertiginosa che ha provocato un calo significativo dei prezzi del carburante in tutti i paesi del mondo. Se, ad esempio, riporta Afrik.com, in Costa d’Avorio e in altri paesi della subregione, i prezzi alla pompa hanno seguito l’andamento dei prezzi del barile, da quasi un anno in Senegal, il prezzo è rimasto invariato, circa 100 Fcfa per gasolio e super. Un prezzo che ha scatenato le ire dei vettori che intendono confrontarsi col governo. Così il sindacato di Khouma Gora, capo dell’Unione dei trasporti su strada, ha minacciato di paralizzare il settore all’inizio di febbraio, se lo Stato non diminuirà sensibilmente, i prezzi del carburante alla pompa. Una flessione dei prezzi del carburante avrebbe ricadute positive su tutta l’economia, come promesso in campagna elettorale da Macky Sall. Per ora, l’Unione dei trasporti stradali ha presentato il preavviso di sciopero per il periodo 1-3 febbraio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSAM per Juba
Articolo successivoCodelco taglia i costi