Scoppia la mania per il debito africano

39

SENEGAL – Dakar. 26/07/14. Il Senegal ha raccolto 500 milioni di dollari sui mercati internazionali. L’Eurobond con scadenza a dieci anni, è stato emesso a un tasso del 6,25% e ha attirato ordini intorno a 4 miliardi dollari libro. Dopo la Costa d’Avorio che ha raccolto 750 milioni dollari, il 16 luglio, è stata la volta del Senegal a cercare mercati internazionali. fonte Jeune Afrique.

Dakar ha lanciato il 23 luglio eurobond per un valore di 500 milioni di dollari. Le obbligazioni, con una scadenza di 10 anni, sono state immesse sul mercato ad un tasso nominale del 6,25%. L’operazione, guidata da Citigroup, Société Générale Corporate and Investment Banking Standard Chartered, arriva tre anni dopo l’ultima emissione del Senegal sui mercati finanziari internazionali e si è svolta sotto le più favorevoli condizioni del paese dell’Africa occidentale. Infatti per il 2011-2021 eurobond rilasciato dal paese maggio 2011 aveva immesso 500 milioni, ma ad un tasso nominale del 8,75%, 2,5 punti superiore a quello lanciato Mercoledì. La quotazione non è stata però paritaria rispetto alla Costa d’Avorio che ha venduto i suoi eurobond al tasso del 5.625% pur avendo come il Senegal una analoga valutazione – B1 – assegnato da Moody. In ogni caso, il successo del prestito del Senegal – che ha attirato ordini per 4.000 milioni dollari, otto volte l’importo richiesto dal paese – conferma l’interesse degli investitori internazionali Stati Uniti e Gran Bretagna per debito africano. Dal dicembre 2013, gli Stati della regione hanno raccolto oltre 7 miliardi di dollari sui mercati finanziari internazionali, al tasso nominale sotto il 7% con l’ eccezione dello Zambia.