Scuole aperte nonostante il meteorite

47

RUSSIA – Chelyabinsk. Tutte le scuole, gli asili e gli ospedali che sono stati danneggiati dall’impatto del meteorite avvenuto il 15 febbraio nella regione degli Urali in Russia saranno restaurate e riaperte. «Tutti gli ospedali, le scuole saranno riparati. Gli asili e gli istituti di istruzione per tutti i bambini nella regione di Chelyabinsk saranno riaperti il 18 febbraio» ha annunciato Rospotrebnadzor, l’associazione per i diritti dei consumatori russi. Un meteorite fiammeggiante ha attraversato il cielo ed ha impattato con il suolo nella regione di Chelyabinsk, Urali, con un boom sonico che ha fatto esplodere le finestre e danneggiato migliaia di edifici intorno alla città di Chelyabinsk. Circa 1.200 persone sono rimaste ferite, tra cui oltre 200 bambini. L’onda d’urto ha fatto esplodere le finestre a 700 scuole, asili e oltre 200 ospedali e strutture di sicurezza sociale. Circa 100mila case sono state colpite, ha detto il governatore di Chelyabinsk,  Mikhail Yurevich. Il ministero delle emergenze russo ha fatto sapere che il 17 febbraio era già stato riparato il 30 per cento delle finestre fracassate. 

Oltre 24mila operai sono coinvolti nello sforzo di chiarire il danno causato dal meteorite e nel riportare la situazione alla normalità.