ADB: sponsorizza la scuola in Bangladesh

41

BANGLADESH – Dacca. 04/10/13. I fondi ADB forniranno in quattro tranches nel corso del prossimo decennio 17,1 miliardi di dollari per la riforma dell’istruzione secondaria del Governo del Bangladesh. A darne notizia l’agenzia di stampa Xinhua.

 

Questo piano prevede un incremento di circa 3,5 milioni di studenti entro il 2023, e richiederà 145.000 docenti e 10.000 più scuole.  ADB ha detto in un comunicato che nei prossimi dieci anni, i fondifinanzieranno nuove attrezzature, laboratori, aule e la formazione per gli insegnanti, tecnologia sulle tecniche di apprendimento nelle scuole, tra cui madrasse (scuole islamiche). 

Gli esami saranno riformati per renderli più rispondenti alle esigenze dei datori di lavoro, hanno fatto sapere dal fondo, aggiungendo che il supporto sarebbe stato dato alle agenzie che sostengono l’istruzione secondaria. 

Secondo il creditore, Manilabased, saranno valutate anche borse di studio, per garantire i soldi a coloro che ne hanno più bisogno, gli studenti più poveri e le ragazze, in particolare, per incoraggiarle a partecipare e, più importante, a rimanere a scuola. 

Dati recenti hanno mostrato che solo il 37 per cento di bambini provenienti da famiglie povere del paese possono iscriversi alle scuole secondarie rispetto al 59 per cento delle famiglie benestanti. 

Le ragazze, nel frattempo, anche se superano in numero i ragazzi in termini di iscrizioni secondaria, hanno più alti tassi di abbandono e dei risultati negli esami più bassi. La prima tranche di finanziamento di 90 milioni di euro finanzierà le riforme da anno fiscale 2014-2017 con altri tre rate da seguire fino al 2023. 

L’istruzione è un destinatario chiave di assistenza del fondo ADB in Bangladesh con prestiti cumulativi di quasi 1,3 miliardi dollari entro la fine del 2012. 

Durante il prossimo decennio, Bangladesh avrà un enorme popolazione in età lavorativa e il paese ha bisogno di approfittare di questo dividendo demografico per accelerare la crescita e la riduzione della povertà, ha detto Sungsup Ra, direttore dello sviluppo umano e sociale in Sud Asia Dipartimento di ADB. 

Secondo ADB, circa due milioni di giovani stanno entrando nel mercato del lavoro Bangladesh ogni anno, ma quasi il 90 per cento di loro finiscono nel lavoro non legale e mal pagato che richiede alcune abilità.