Nuova scuola per gli afghani

50

AFGHANISTAN – Herat 27/06/2014. Prosegue l’impegno del contingente italiano, oltre che nelle attività di addestramento e di assistenza alle forze di sicurezza afgane, anche nell’ambito dei progetti di cooperazione civile–militare ereditati dal Provincial Reconstruction Team (PRT), componente del contingente italiano di ISAF che dopo 9 anni di presenza al Regional Command West ha concluso ufficialmente il suo mandato il 25 marzo scorso.

È infatti stata inaugurata una nuova scuola dai militari italiani del comando ISAF a guida italiana su base Brigata “Sassari”. Alla cerimonia era presente il comandante del Regional Command West, generale Manlio Scopigno, il quale ha sottolineato che “la sicurezza non si costruisce solo con le Forze Armate. Occorrono istituzioni governative salde e cittadini che credano fermamente nei principi universali che stanno alla base della civile convivenza, e l’istruzione è uno di questi”.
La struttura sorge a Kalar, un villaggio della periferia di Herat, e consentirà a 250 studenti di ogni genere ed età di frequentare le lezioni in aule moderne e confortevoli. Il nuovo edificio scolastico, che si va ad aggiungere alle altre 105 scuole di cui 82 nuove costruzioni 23 ristrutturate messe in opera dal PRT, ha 8 classi ed è con i relativi arredi, è dotato di tutti i servizi essenziali ed è stato costruito in stretto coordinamento con le autorità locali facendo ricorso a manodopera locale, con positive ricadute economiche sul territorio.
Proseguire una delle esperienze più positive delle nostre missioni è importante per continuare a dare stabilità e senso di continuità a questo paese anche in un momento in cui le attività di ISAF si vanno lentamente esaurendo.