SANZIONI. Chip USA venduti alla Russia, via Hong Kong

188

A più di un anno dall’inizio della guerra in Ucraina, centinaia di milioni di dollari di semiconduttori prodotti negli Stati Uniti stanno affluendo in Russia nonostante le sanzioni imposte da Washington al Paese.

Come ha scoperto Nikkei, la Russia ha continuato ad acquistare chip attraverso percorsi tortuosi, con una buona parte che passa attraverso piccoli commercianti di Hong Kong e della Cina continentale. Nikkei ha ottenuto i dati doganali russi da Export Genius, una società di ricerca indiana, e ha esaminato i record delle importazioni di semiconduttori dal 24 febbraio al 31 dicembre 2022.

I registri hanno mostrato 3.292 transazioni del valore di almeno 100.000 dollari ciascuna, e 2.358 di queste – circa il 70% – erano etichettate come prodotti di produttori di chip statunitensi come Intel, Advanced Micro Devices, Texas Instruments e molti altri. Il valore totale di queste transazioni è stato di almeno 740 milioni di dollari.

Di queste transazioni, 1.774 – circa il 75% – sono state spedite da Hong Kong o dalla Cina continentale, e molti dei mittenti erano piccole o medie imprese, alcune delle quali fondate dopo l’invasione dell’Ucraina. Il valore di queste transazioni è stato di 570 milioni di dollari.

Nello stesso periodo del 2021, i dati doganali mostravano solo 230 esportazioni di chip statunitensi di alto valore da Hong Kong e dalla Cina verso la Russia, per un valore totale di soli 51 milioni di dollari.

La decuplicazione del valore è solo uno degli aspetti più interessanti dei dati. Un altro è rappresentato dai prezzi indicati per alcuni prodotti, secondo l’Institute of International Finance, le importazioni russe di semiconduttori e circuiti elettronici da gennaio a settembre 2022 sono aumentate del 36% rispetto all’anno precedente. Prezzi elevati potrebbero in parte riflettere la natura avanzata dei chip che la Russia sta cercando.

Tra gli articoli di alto valore riportati nei dati sulle esportazioni vi erano microprocessori di Intel e Amd, nonché Fpga di Xilinx, una consociata di Amd. Gli Fpga sono un tipo di circuito integrato riscrivibile e programmabile, largamente utilizzato nei missili.

Per controllare missili e sistemi di difesa è necessario un gran numero di semiconduttori con potenza di elaborazione ad alte prestazioni. Le spedizioni registrate nei dati sulle esportazioni comprendevano anche chip di Analog Devices, Texas Instruments e On Semiconductor – aziende note per la produzione di semiconduttori di qualità per applicazioni industriali – e componenti per chip a radiofrequenza di fascia alta di Qorvo.

Sebbene i produttori di chip e i distributori affermati siano sottoposti a uno stretto controllo da parte delle autorità statunitensi, esiste anche una profusione di piccoli commercianti, tra cui imprese individuali e aziende di recente costituzione, che sono più difficili da monitorare.

Quando le forniture di chip sono abbondanti e lo scarico delle scorte diventa una priorità, i principi del “conosci il tuo cliente” non sono seguiti molto rigorosamente da questi piccoli e poco conosciuti distributori di chip, secondo quanto riferito da diversi dirigenti del settore della distribuzione.

La natura del commercio globale di chip aumenta la difficoltà di tenere i chip fuori dalla Russia. I produttori di semiconduttori come Intel e Amd in genere affidano le loro vendite a distributori specifici e di rilievo – alcuni noti sono Arrow, Avnet e Wpg Holdings – che a loro volta seguono pratiche di “know-your-client” e forniscono garanzie ai produttori di non fare affari con parti sottoposte a sanzioni. In alcuni casi, tuttavia, le scorte in eccesso di vari produttori di elettronica vengono vendute a piccoli commercianti o ad altre aziende.

Le piccole società commerciali di Hong Kong e di altri Paesi possono continuare a operare con nuovi nomi anche se soggette a sanzioni. La distribuzione oltre questo punto diventa difficile, se non impossibile, da tracciare.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/