Yemen: ucciso leader di al – Qaeda

93

YEMENEN – Sana’a. 11/05/14. Nello Yemen le forze armate, in un raid notturno, hanno ucciso un leader di al-Qaeda sospettato essere responsabile di un piano di rapimenti contro i diplomatici occidentali.

Si tratta di Shayef Mohammed Said al-Shabwani uno dei comandanti più pericolosi e ricercati di Al-Qaeda sospettato di essere coinvolto in rapimenti e omicidi della polizia yemenita e di stranieri, ha riferito il portavoce della agenzia di stampa statale Saba. Fermato in un auto vicino al palazzo presidenziale con altre quattro persone, uno dei quali è rimasto ucciso in uno scontro a fuoco per non essersi fermati e aver opposto resistenza all’arresto

Gli altri tre sono stati arrestati, due dei quali sono stati feriti.

Le forze di sicurezza sono in allerta nella capitale, da quando l’esercito ha lanciato il mese scorso l’offensiva contro il gruppo terroristico serrati nelle loro roccaforti nel sud del paese, viste le varie minacce di ritorsione che sono state inviate dai capi del movimento.

Giovedì intanto le truppe avevano fatto irruzione ad Azzan, il secondo centro più grande della provincia di Shabwa da cui Shabwani ha preso il nome, città sotto controllo degli estremisti insieme alle colline circostanti e ai distretti di Abyan e Baida dal 2011. Vedi articolo AGC