SALUTE. I colori del benessere, a Tropea il Festival della prevenzione

103

Tropea saluta i grandi nomi della Medicina e dello spettacolo. Riflettori puntati, in Calabria, sul palco del Festival dei 5 Colori che tratterà, dal 18 al 22 maggio, i temi della buona alimentazione, dei corretti stili di vita, di salute e prevenzione.

Rosso, verde, bianco, arancione e viola: sono questi i cinque colori del benessere. Cromatismi “parlanti” legati a frutta e verdura, quali elementi fondamentali a una dieta equilibrata e soprattutto sana.

Il numero cinque rappresenterà a tutto tondo il filo conduttore della manifestazione calabrese a cui porteranno il proprio contributo personalità di assoluta esperienza e competenza; personaggi capaci di comunicare e trasmettere i valori essenziali della prevenzione primaria.

“Oggi, nel nostro Paese – spiega il dottor Giuseppe Morino, pediatra dietologo dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma e coordinatore scientifico dell’evento – un adulto su 10 è obeso. La pandemia da Covid-19 ha inasprito il problema sia nella popolazione giovanile sia in quella over 20 rimasta chiusa in casa e che ha speso il proprio tempo soprattutto mangiando, così da compiere scelte ben poco salutari”.

Report alla mano, in epoca pandemica quasi 23 milioni d’italiani hanno messo su tanti chili di troppo e molti di essi – non fanno eccezione i bambini – rischiano d’incappare in gravi disturbi cardiovascolari e metabolici. Del resto, l’Italia è una sorvegliata speciale e in Europa spicca per un primato non proprio brillante: il più alto tasso d’obesità infantile.

Secondo l’ultima indagine svolta dal Ministero della Salute, su un campione di 50mila bambini iscritti alla terza elementare, il 20% è risultato in sovrappeso e il 9% in obesità conclamata. E c’è di peggio: un terzo degli alunni compresi nella fascia d’età 6-9 anni è già obeso o in sovrappeso – per un totale di circa 100mila soggetti – con una netta prevalenza dei maschi rispetto alle femmine.

“L’idea del Festival – dice Maria Teresa Carpino, vicepresidente dell’Associazione Pancrazio e ideatrice della cinque giorni – è nata grazie a Dammi il 5, un progetto nazionale di educazione alimentare rivolto ai bimbi e avviato ormai quattro anni fa. Da allora giriamo per le scuole a insegnare cosa significa mangiare bene: in questo compito siamo affiancati da cinque supereroi in grado d’appassionare tutti, nessuno escluso. Il nostro obiettivo – sottolinea Carpino – è estendere la dimensione del Festival agli altri Paesi della dieta mediterranea. Qui a Tropea, infatti, parteciperanno ai lavori alcuni delegati provenienti dal Marocco e dalla Croazia”.

L’appuntamento, concepito a cadenza annuale, farà da collante per cultura, cibo, arte, sostenibilità, ambiente. In programma pure le premiazioni di chi si è maggiormente distinto nel proprio campo d’attività: vedi Piero Angela – notissimo divulgatore scientifico della tv nazionale – e Walter Willett, professore di Epidemiologia e Nutrizione alla Harvard School of Public Health, nonché autore di numerose pubblicazioni incentrate sul mangiare sano, il bere sano, il vivere sano iniziando dalla prevenzione dei tumori e delle patologie metaboliche. Accanto a loro, Tropea accoglierà, tra i tanti, anche Nino Frassica, Luca Ward, Simone Perrotta e Claudio Ranieri.

Il Festival sarà trasmesso in diretta streaming sul sito dedicato e raccontato attraverso i profili social Facebook e Instagram.

Marco Valeriani