SALUTE. Benessere d’estate: ecco le 5 regole fondamentali per sopravvivere alla stagione torrida

91

Benessere d’estate: ecco le 5 regole fondamentali per sopravvivere alla stagione torrida

Anche l’estate ha le sue insidie: dalla scarsa idratazione al malessere causato dall’aria condizionata, ecco le regole auree per evitare ogni seccatura e godersi l’estate.

1. Bere tanta acqua

Se la corretta idratazione è fondamentale tutto l’anno, è soprattutto d’estate che aumenta il rischio di disidratazione. Le temperature elevate provocano un aumento della sudorazione e della perdita di liquidi. Reintegrarli è fondamentale. Tutto il fisico risente di una scarsa idratazione: senso di stanchezza e debolezza generale, crampi, aumento della frequenza cardiaca, dimagrimento e secchezza della pelle sono tutti fattori che indicano una scarsa idratazione. Bere due litri d’acqua al giorno, introdurre nella dieta frutta, verdura e alimenti ricchi di liquidi e sali minerali rappresentano sane abitudini.

2. Fare attenzione al sole e ai colpi di calore

Di fronte a stress termici talvolta i meccanismi di termoregolazione crollano: la temperatura del corpo aumenta e la sudorazione si arresta, si avvertono nausea, stordimento e affaticamento. Tale aumento improvviso della temperatura corporea è denominato colpo di calore e i suoi effetti non vanno sottovalutati, possono determinare anche un collasso cardiocircolatorio. Meglio prevenirlo indossando capi leggeri, prediligendo cibi freschi e poco calorici, evitando l’esposizione al sole nelle ore e idratandosi correttamente.

3. Prevenire le infezioni della pelle

Un altro disagio tipicamente estivo è l’insorgere di infezioni alla pelle come funghi e verruche, perché proliferano con il caldo: mai quanto d’estate si cammina a piedi nudi, che insieme a mani, collo, viso, tronco e unghie sono le parti del corpo più soggette ad infezioni. Indossare sempre le ciabatte sia spiaggia che in piscina e stendere il proprio telo mare sui lettini prima di sdraiarsi sono accorgimenti per proteggersi dalle infezioni della pelle. Un’accurata igiene personale, non condividere gli asciugamani ed asciugarsi bene dopo il bagno sono altre buone abitudini. Purtroppo le precauzioni non sempre bastano e se dovesse sorgere qualche infezione è meglio affidarsi a prodotti specifici, come quelli del marchio Trosyd di Giuliani, un nome che si occupa da sempre della difesa della pelle e delle unghie da miceti e funghi. Un pronto intervento è l’unico modo per contrastare l’infezione, evitandone la diffusione.

4. Diffidare dall’aria condizionata

Preziosa nelle giornate torride, anche l’aria condizionata nasconde delle insidie: impostare temperature troppo basse rispetto l’esterno e collocarsi in traiettoria diretta rispetto al getto d’aria è deleterio. Dolori muscolari e articolari, raffreddori e problemi respiratori sono alcuni dei fastidi più comuni causati dal condizionatore. Utilizzarlo soprattutto in città è necessario, ma meglio non esagerare.

5. Prediligere una dieta leggera e fare attenzione alla conservazione dei cibi

Pasti poveri di grassi, dove prevalgano frutta e verdura e altri cibi ricchi di liquidi, vitamine e sali minerali è fondamentale per reidratare il fisico e contenere le calorie, visto che il dispendio energetico d’estate diminuisce. Proteine magre come quelle ricavabili da carni bianche, pesce e uova sono perfette per integrare un pasto a base di verdure. I dolci possono essere sostituiti con macedonia, sorbetti e gelati. Un occhio di riguardo per evitare problemi va prestato alla conservazione degli alimenti: dopo la cottura, vanno fatti raffreddare a temperatura ambiente, riposti in frigo e consumati entro due giorni al massimo.