No sanzioni per South Stream

43

RUSSIA – Mosca. 05/08/14. Le sanzioni dell’Unione europea contro la Federazione russa non saranno un ostacolo alla costruzione del gasdotto “South Stream”. Fonte ” verità ucraina”.

In particolare, l’amministratore delegato della società energetica austriaca OMV Gerhard Reuss ha assicurato che per l’imposizione di sanzioni, la sua azienda intende realizzare la costruzione dei restanti 50 km dal confine ungherese al centro di Baumgarten. Tali accordi sono stati fatti prima dell’imposizione di sanzioni, e rimangono validi, ha detto. Reuss ha detto che ha firmato un accordo con “Gazprom” per costruire il gasdotto in Austria, e nonostante le critiche di alcuni rappresentanti dell’UE, porterà avanti il progetto e rispetterà tutti i suoi obblighi.