Esercitazioni antiterrorismo SCO

50

RUSSIA – Mosca 23/08/2014. Il ministero della Difesa russo effettuerà due grandi esercitazioni in Cina prima della fine del 2014 nel quadro della Shanghai Cooperation Organization (Sco), di cui la più grande ad agosto.

La prima delle esercitazioni simulerà una missione di peacekeeping, si terrà tra il 24 e il 29 agosto presso la base di Zhurihe nella Mongolia interna nel nord della Cina. Si tratta di un esercitazione anti-terrorismo della Sco, in cui parteciperanno le forze militari di Russia, Kazakhstan, Kirghizistan, Tagikistan e Cina. L’esercitazione prevede l’impiego di più di 7.000 persone, la più grande esercitazione Sco mai fatta finora.
Il ministero ha poi comunicato di aver previsto 3.500 esercitazioni per il 2014, di cui 29 esercitazioni militari internazionali.
Nel mese di agosto, quattro treni, che trasportavano circa mille soldati ciascuno dal distretto militare orientale dalla Russia, si erano diretti verso la Mongolia interna cinese. La Russia ha anche inviato otto elicotteri Mi-8 per seguire le truppe da combattimento a terra durante la fase operativa delle manovre. Zhurihe è la più grande e moderna base addestrativa della Cina e l’unica in cui l’esercito cinese possa tenere esercitazioni congiunte su larga scala.
Il 25 agosto 2003, l’esercito cinese aprì per la prima volta questa base ai militari stranieri. Zhurihe si estende su una superficie di circa 1.000 chilometri quadrati, la sua funzione primaria è quella di preparare le truppe a livello di divisione, brigata e reggimento nelle tattiche combinate e cooperare con le forze corazzate e gli altri rami delle forze armate cinesi.
In precedenza Pechino ha esortato agli altripaesi Sco di creare un centro per la sicurezza comune teso a contrastare le minacce per l’area.
Duranteun incontro in Tajikistsan nell’aprile 2014, il ministro per la Sicurezza pubblica cinese, Guo Shengkun, aveva lanciato la proposta: «La Cina è pronta a studiare, insieme a tutti gli stati membri della Sco, la possibilità di istituire un centro Sco per la lotta contro le sfide e le minacce alla sicurezza» nella regione.
Il ministro cinese aveva detto che era stato registrato un aumento dell’attività dei gruppi islamici militanti, oltre che di nuove organizzazioni terroristiche ed estremiste emergenti.
Secondo il ministro cinese, i terroristi provenienti dai membri Sco erano i più attivi in Medio Oriente e in Nord Africa: «Il loro obiettivo è quello di eseguire nuovi attacchi terroristici al loro ritorno a casa» aveva detto, aggiungendo che questi movimenti approfittano dei social network per diffondere la loro ideologia e raccogliere fondi.