Sberbank la banca russa che piace agli ingelsi

77

RUSSIA – Mosca. Non si era mai visto tanto entusiasmo da parte di una testata inglese nei confronti di una banca russa. Sberbank, istituto bancario numero uno in Russia, ha incassato elogi dal quotidiano britannico Financial Times. Che ha definito Sberbank come una delle poche che ha migliorato le sue posizioni sul mercato, annoverando tra le imprese l’acquisto di aste trascurati da tutti in Europa Meridionale e Orientale e li acquistava.

Nel febbraio scorso la Banca ha concluso la transazione per la somma di 600 milioni di euro per l’ acquisto della “Volksbanken Interntional” – rete di filiali regionali possedute dall’ente austriaco “Osterreichische Volksbanken” a settembre è stata la volta della turca “Denizbank” per tre milioni e mezzo di Euro.  Oggigiorno la Sberbank è la terza, per incidenza, Banca dell’Europa, essendo preceduta solo dalla britannica HSBC e dalla spagnola Santander. Quello che il quotidiano britannico non ha scritto ma lo lascia intendere è che così la Russia ha messo l’ancora in Europa e in Turchia due possibili concorrenti ed ora due possibili alleati.  Il rublo è una moneta volatile che nessuno vuole mentre l’euro ,soprattutto prima della crisi, ma anche ora è una moneta considerata affidabile, non solo la Turchia sta investendo molto nel settore energetico e per certi versi  sta cercando di fare le scarpe  alla Russia, possedere una banca lì significa avere un osservatorio e un punto di vista  privilegiato, molto reale. Non va dimenticato che Sberbank è una banca di stato.