RUSSIA. Mosca ha usato i suoi Zirkon in combattimento

326

La Russia ha utilizzato il suo nuovo missile ipersonico 3M22 Zircon in Ucraina per la prima volta, segnando una potenziale significativa escalation della guerra. L’analisi preliminare dell’Istituto di ricerca scientifica per esami forensi di Kiev, Kndise, sui frammenti di missili di un attacco russo del 7 febbraio scorso afferma che era stato utilizzato un missile Zircon.

Il missile avrebbe una portata di 1.000 chilometri e viaggi a nove volte la velocità del suono. La sua velocità ipersonica potrebbe significare tempi di reazione significativamente ridotti per le difese aeree e la capacità di attaccare bersagli grandi, profondi e rinforzati, riporta AT.

La Russia non ha commentato il presunto utilizzo dell’arma in Ucraina. Se il suo utilizzo in guerra fosse confermato in maniera più ampia, l’arma potrebbe rappresentare un’ulteriore sfida per le difese aeree del paese in difficoltà, nel contesto dell’incertezza sulla sostenibilità degli aiuti militari occidentali.

Zircon è stato testato per la prima volta in volo nel 2015 e dichiarato operativo entro il 2022. La Russia ha testato il missile su due navi da guerra, la fregata Admiral Gorshkov e il sottomarino Severodvinsk, prima di utilizzarlo per armare la fregata nel gennaio 2023. Tuttavia, nessuna di queste navi da guerra si trova attualmente nel Mar Nero e sarebbe insolito che il missile venga lanciato in combattimento per la prima volta da una nave dalla quale non era mai stato testato in precedenza.

Lo Zircon fa parte di una famiglia russa di “superarmi” svelate nel marzo 2018, progettate per penetrare i sistemi emergenti di difesa missilistica statunitense e aumentare così il potere contrattuale della Russia nei negoziati sulle armi strategiche con gli Stati Uniti.

Un rapporto della Chatham House del settembre 2021 descrive lo Zircon come un missile antinave ipersonico lanciato da una nave, molto probabilmente un sistema a doppia capacità progettato per colpire obiettivi di alto valore su terra e mare, compresi i gruppi aerei di portaerei.

Il rapporto afferma che lo Zircon è costituito da due elementi: un booster a combustibile solido per la prima parte del suo volo dal punto di lancio fino a un’altitudine esoatmosferica dove segue una traiettoria “skip-glide” fino al bersaglio, dopodiché una testata staccabile molto probabilmente con un motore scramjet per mantenere la velocità terminale lo distrugge.

La Russia ha già utilizzato missili ipersonici contro l’Ucraina, incluso il 9-S-7760 Kinzhal lanciato dall’aria contro il sistema missilistico USA Patriot.

Lo Zircon rappresenta un passo avanti per la campagna di bombardamenti strategici della Russia contro l’Ucraina, con l’intenzione di distruggere forze armate e infrastrutture critiche indebolendo al contempo il morale di quest’ultima.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/