RUSSIA. Mosca è preoccupata per l’avvicinamento tra Washington e Nuova Delhi

182

Sembra che l’India si avvicini agli Stati Uniti a cauda della turbolenza al confine con la Cina, e Mosca ha espresso preoccupazione per l’emergente alleanza tra i due e per il Quad. In un messaggio forte, il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha accusato gli Stati Uniti di “minare” i legami tra India e Russia: «Il concetto di Indo-Pacifico è volto a stabilire un ordine cooperativo nella regione», ha detto l’ex inviato dell’India in Russia, P.S. Raghavan, ripreso da Sputnik, che ha risposto alle osservazioni di Lavrov sul fatto che l’India è soggetta alla «persistente, aggressiva e subdola politica dei paesi occidentali».

La settimana scorsa, Lavrov ha detto che l’Occidente stava cercando di coinvolgere Nuova Delhi nelle esercitazioni anti-Cina promuovendo l’alleanza per la sicurezza indopacifica guidata da Washington – la cosiddetta “Quad (…) Allo stesso tempo, l’Occidente sta cercando di minare la nostra stretta collaborazione e le relazioni privilegiate con l’Indiaı», ha detto Lavrov, intervenendo ad un evento organizzato dal Consiglio per gli Affari Internazionali russi, Riac.

Raghavan, pur sottolineando che i legami bilaterali tra India e Russia sono «andati avanti dal 1971» ha espresso la delusione verso Mosca per non aver «riconosciuto completamente» la continua minaccia alla sicurezza che Nuova Delhi deve affrontare da Pechino.

Raghavan dice che la Russia non dovrebbe preoccuparsi che l’India si unisca al Quad: «L’India ha sempre sostenuto che non è la Russia a minacciare la sua integrità territoriale. Sappiamo tutti da dove proviene la minaccia», ha sottolineato Raghavan, che è stato anche ambasciatore dell’India in Irlanda e nella Repubblica Ceca durante la sua carriera diplomatica.

“Sia che si tratti della strategia indopacifica che coinvolge altre potenze asiatiche o dei crescenti legami di Nuova Delhi con Washington Dc, l’India ha chiare le sue priorità in materia di sicurezza», ha dichiarato, riferendosi allo stallo militare sul Ladakh. Osservando che «lo scopo dell’esercitazione indopacifica è quello di attirare la Cina in un ordine cooperativo nella regione”, Raghavan ritiene che un tale scenario dovrebbe “interessare” anche la Russia.

L’India compra ancora armi dalla Russia, ma fa sempre più acquisti negli Stati Uniti. Dal 2012 al 2016, la Russia ha fornito il 68% delle armi importate dall’India, secondo il Sipri. Nello stesso periodo gli acquisti di difesa americani hanno costituito il 14% delle importazioni indiane, ma questa cifra è in crescita.

Tommaso Dal Passo