RUSSIA. Mosca cambia il sistema fiscale

177

Il sistema fiscale russo sta subendo una serie di cambiamenti. In particolare, i russi inizieranno a pagare l’imposta sul reddito delle persone fisiche sugli interessi dei depositi a partire dal 2023, ma ci sono anche cambiamenti positivi.

Molti associano l’introduzione di un’imposta sul reddito delle persone fisiche sui depositi alla necessità di finanziamento della RF in relazione alla SWA, ma la sua introduzione è stata discussa già nel 2020.

La nuova imposta avrebbe dovuto iniziare nel 2021, ma è stata rinviata perché il reddito personale era più difficile da regolare, le sanzioni si stavano inasprendo e le conseguenze del COVID-19 stavano ancora influenzandole vite delle famiglie russe. Ma nel 2021 è stata introdotta un’imposta progressiva sul reddito: se il reddito totale di una persona fisica, compresi salari e depositi, supera i cinque milioni di rubli all’anno, l’aliquota passerà dal 13% al 15%. Questo è stato richiesto da tempo. Chi guadagna di più, paga di più.

Ora le modernizzazioni continuano. Entro il 1° dicembre 2024, i russi riceveranno un conto per l’anno fiscale precedente e dovranno pagare le imposte sui redditi da interessi sui depositi ricevuti nel 2023. In linea di massima, saranno tassati solo gli interessi superiori al tasso di riferimento derivanti da un deposito di oltre un milione di rubli.

Inoltre, c’è un altro cambiamento: dal primo gennaio 2023, tutti pagheranno le tasse attraverso un conto fiscale unico (STA). Le tasse saranno raccolte in un unico pagamento e inviate ai cittadini e alle organizzazioni. I vantaggi sono più dei svantaggi: non c’è bisogno di girare con i documenti negli uffici, non ci sono pagamenti e ordini multipli. È sufficiente specificare l’importo e il codice fiscale.

Un altro indubbio vantaggio può essere considerato la minimizzazione dei debiti e dei pagamenti in eccesso su diversi tipi di imposte (sono escluse le situazioni di smarrimento delle lettere, di impossibilità di recarsi presso l’ufficio giusto, ecc.) L’UTII riduce il numero di pagamenti fiscali a 1 pagamento al mese, aumenta la scadenza per il pagamento di alcune imposte (in particolare per i premi assicurativi e l’imposta sul reddito delle persone fisiche).

Ci sono, ovviamente, anche dei punti a sfavore. Ovviamente sono possibili errori tecnici, quindi sarà importante tenere sotto controllo le proprie tasse per non pagare troppo. Soprattutto all’inizio. Inoltre, non tutti apprezzeranno l’automazione dei processi; non tutti i cittadini russi sono sufficientemente esperti di tecnologia. C’è il rischio che si smarriscono i dati o che i dati “trapelino”.

Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/