RUSSIA. Mosca arresta i fisici accusandoli di essere spie per la NATO

103

Lo scorso 13 aprile, un tribunale di Mosca ha fatto arrestare il fisico teorico russo Valery Golubkin per sospetto tradimento. Si presume che abbia passato informazioni a un paese della Nato. L’arresto di Golubkin arriva in connessione con un caso di tradimento contro un altro scienziato, il fisico Anatoly Gubanov, che è stato arrestato nel dicembre 2020. Anche se i dettagli del caso rimangono riservati, entrambi i professori hanno negato ogni colpa.

Stando a quanto riportano Interfax e Meduza, gli investigatori ritengono che Golubkin abbia passato informazioni classificate a uno stato membro della Nato; anche se il caso di Golubkin non è classificato, i dettagli non sono ancora noti ufficialmente. Il suo avvocato, Alexander Timoshenko, ha detto che Golubkin sostiene “categoricamente” la sua innocenza. Timoshenko ha anche notato che il suo cliente ha quasi 70 anni e ha problemi di salute.

Golubkin lavora all’Istituto di Fisica e Tecnologia di Mosca, Mipt, e all’Istituto Centrale di Aeroidrodinamica, Tsagi. Secondo il sito web del Mipt, ha un dottorato in ingegneria ed è un professore del Dipartimento di Aero-idromeccanica teorica e applicata, che insegna agli studenti in un corso di “aerodinamica ad alta velocità”. Tuttavia, l’università ha detto che Golubkin vi insegna solo part-time, non è coinvolto nel lavoro di ricerca, e non ha accesso ai segreti di stato. Il Mipt ha anche aggiunto che il principale luogo di lavoro del fisico è il Tsagi.

Golubkin è stato arrestato in connessione con un caso di tradimento contro un altro accademico, il fisico Anatoly Gubanov. Al momento del suo arresto nel dicembre 2020, Gubanov lavorava anche al Tsagi; il sito web del Mipt lo elenca come dipendente del Dipartimento di Fisica del Volo, e come docente di un corso di “aerodinamica pratica degli aerei ad alta velocità”. L’elenco delle pubblicazioni scientifiche di Golubkin include un documento scritto con Gubanov, che è stato pubblicato nel 1996.

Gubanov è accusato di aver rivelato informazioni classificate relative allo sviluppo di veicoli aerei sperimentali ad alta velocità, riporta Interfax. Quando è stato interrogato per la prima volta dal Fsb, l’accademico si è dichiarato parzialmente colpevole, ma poi ha ritrattato la sua testimonianza, ha detto il suo avvocato Olga Denize a Kommersant.

Secondo i dati del Team 29, la Russia ha condannato 378 persone per spionaggio, tradimento di stato e divulgazione di segreti di stato negli ultimi due anni. Tra i condannati ci sono militari, ex ufficiali dei servizi segreti, accademici e giornalisti. In Russia, i casi di tradimento sono classificati e le udienze si svolgono a porte chiuse – solo i verdetti sono annunciati ufficialmente. Dopo l’annessione della Crimea nel 2014, il numero di sentenze di tradimento emesse dai tribunali russi è aumentato.

Anna Lotti