RUSSIA. L’S-70 Okhotnik è il nuovo Cacciatore di Putin

304

Presso il Valery Chkalov Novosibirsk Aircraft Building Plant, è stato lanciato il primo prototipo del più recente veicolo aereo senza pilota d’attacco pesante Sukhoi S-70 “Okhotnik” (cacciatore) con un ugello jet piatto per ridurre ulteriormente la firma termica e radar. Il suo raggio di azione è 6.000 km; può portare a bordo fino a 8 tonnellate di armi.

Inoltre, è stato creato un nuovo centro di controllo a terra per il drone, progettato per soddisfare i requisiti dei militari. Il corpo dell’S-70 “Okhotnik”gli fornisce una “firma radar ridotta”; questo drone è stato creato per operazioni nel teatro marittimo.

Deve eseguire una serie di compiti: fornire la designazione del bersaglio per i sistemi d’arma ad alta precisione basati su superficie e sottomarini, con l’emissione di coordinate di gruppi d’attacco nave – Kug, gruppi d’attacco portaerei e formazioni, Aug e Aus, di un potenziale nemico a lunghe distanze; ricognizione dei teatri marini; ricerca, ricognizione e distruzione di singoli obiettivi navali; Okhotnik può portare il Kinjal, come arma ipersonica e distruggere una nave, come un cacciatorpediniere, di un potenziale nemico, riporta Treadstone71.

L’Uav è stato creato dalla società Sukhoi come parte del lavoro di sviluppo nell’ambito del programma “Cacciatore”.

All’evento di presentazione ha partecipato il vice ministro della Difesa della Federazione Russa Alexei Krivoruchko secondo cui l'”Okhotnik” è un sistema intelligente ed è in grado di risolvere una vasta gamma di compiti individualmente, in gruppo e insieme a velivoli con equipaggio.

«L’Uav concentra le conquiste avanzate delle imprese e delle organizzazioni del complesso industriale della difesa nazionale, che hanno reso possibile fornire capacità funzionali che non sono inferiori, e in un certo numero di parametri che superano alcuni analoghi stranieri», ha detto Krivoruchko.

Le tecnologie testate sui prototipi saranno utilizzate per creare altri promettenti sistemi aerei – sia con e senza equipaggio. «La caratteristica principale del nuovo Okhotnik è l’ugello piatto del motore. Grazie a questo, la firma radar del veicolo è ridotta. Inoltre, si sta creando un nuovo centro di controllo a terra per il drone, progettato per soddisfare i requisiti dei militari. Queste soluzioni aumenteranno significativamente le capacità della macchina», ha commentato Sergei Chemezov, direttore generale della Rostec State Corporation.

Il lavoro nell’ambito del programma “Okhotnik” è stato svolto presso il Sukhoi Design Bureau dal 2011. Un prototipo sperimentale con un ugello a getto tradizionale ha fatto il suo primo volo nel quadro del programma nell’agosto 2019. È durato 20 minuti. Nello stesso anno ha avuto luogo il suo primo volo congiunto con il caccia di quinta generazione Su-57.

«L’S-70 è una piattaforma aeronautica promettente con un grande potenziale per lo sviluppo di una famiglia di sistemi senza pilota del futuro sulla sua base. Il lavoro nell’ambito del programma Hunter è una delle aree chiave per Sukhoi e Uac. Lo sviluppo della direzione senza pilota soddisfa pienamente le sfide del tempo e le esigenze del cliente. Oggi stiamo facendo ogni sforzo per completare i test il più presto possibile ed entrare nella produzione di serie», ha commentato il direttore generale della United Aircraft Corporation Yuri Slyusar.

Anna Lotti