RUSSIA. La CSTO programma gli addestramenti per il 2022

36

Al quartier generale congiunto della Csto, l’alleanza militare dei paesi vicini alla Russia, si sono tenute una serie di consultazioni per migliorare la prontezza degli organi di comando, controllo, delle formazioni di forze e mezzi dell’Organizzazione del sistema di sicurezza collettiva per il 2022. 

Stando a quanto riporta il giornale militare russo, Кра́сная звезда́ (Stella Rossa), il progetto di un piano a lungo termine per la formazione congiunta degli organi di comando e controllo e delle forze collettive ha visto la partecipazione, on line, di rappresentanti dei ministeri e dei dipartimenti interessati di Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Russia e Tagikistan, nonché del Segretariato e del Personale congiunto della Csto.

È stata discussa la formazione del personale di comando, una serie di esercitazioni speciali e congiunte per testare la prontezza operativa e una serie di esercitazioni con l’utilizzo di forze e mezzi di ricognizione, supporto materiale e tecnico, la Forza di reazione rapida della Csto, l’aviazione e le forze di di mantenimento della pace, le Forze di schieramento rapido dell’intera alleanza, nonché il personale operativo del Csto Crisis Response Center e gli organismi nazionali dei singoli paesi.

«Le misure previste dal piano mirano ad aumentare la disponibilità delle forze e dei mezzi del sistema di sicurezza collettiva Csto per svolgere una serie di compiti già previsti. Il fruttuoso lavoro congiunto ha permesso di sviluppare posizioni coordinate su tutte le questioni all’ordine del giorno», ha osservato, riassumendo i risultati, il Capo di Stato Maggiore Csto, il generale Sergei Kuprik.

I passi che saranno seguiti per le esercitazioni del 2022 ora prevedono, stando alla prassi Csto, prevedono che il Capo di Staro Maggiore invii la bozza di documento concordata al Consiglio Permanente della Csto, entità politica, per una decisione sul suo ulteriore esame a livello nazionale dei membri dell’Organizzazione. 

Accanto alla programmazione addestrativa, fa notare il giornale russo, l’incontro ha toccato temi inerenti la formazione congiunta del personale militare e la cooperazione militare internazionale con Stati non membri dell’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva e con altre organizzazioni internazionali.

Graziella Giangiulio