Portaerei russa per l’India

71

RUSSIA – Severodvinsk 16/11/2013. La Russia ha consegnato all’India la portaerei ribattezzata Ins Vikramaditya il 16 novembre, dopo un riadattamento che ha subito notevoli ritardi e incrementi dei costi che hanno causato frizioni tra Mosca e Nuova Delhi.

La Marina indiana ha finalmente ricevuto il vascello, l’ex Admiral Gorshkov, presso il cantiere Sevmash nella città di Severodvinsk.

La nave avrebbe dovuto essere consegnata nel 2008, ma il termine è stato più volte rinviato.

Alla cerimonia ufficiale hanno partecipato il vice primo ministro russo Dmitry Rogozin e il ministro della Difesa indiano AK Antony, in Russia il 15 novembre per una visita di quattro giorni.

Il Vikramaditya sarà scortato in India da un gruppo di navi da guerra fino alla sua base nel Mar Arabico attraverso un percorso classificato perché non dispone ancora di sistemi di difesa aerea a bordo, secondo il sito indiano Zee News.

La nave da guerra dovrebbe raggiungere l’India nel febbraio 2014, hanno comunicato fonti russe. Ribattezzata col nome di un re indiano leggendario, la nave da guerra era in origine il progetto 1.143,4 portaerei classe Kiev, commissionato dalla Marina sovietica nel 1987. È stata dismessa nel 1996, con i tagli alla flotta della Marina russa.

I lavori di ristrutturazione della nave sono stati in balia delle ripetute crisi russe fino alla firma nel 2004 di un accordo per l’acquisto e la ristrutturazione del valore di 947 milioni di dollari è stato firmato con l’India.

I ritardi hanno spinto verso l’alto i costi della sua ristrutturazione fino a 2,3 miliardi di dollari, scatenando dissidi tra i due Stati.