Putin dirotta investimenti in Crimea

52

RUSSIA – Mosca. 13/05/14. Il governo russo sta considerando la possibilità di reindirizzare i finanziamenti per la costruzione di un porto nelle acque profonde di Taman e quelli per il ponte sul fiume Lena nello Yakutsk, e utilizzarli per lo sviluppo della Crimea. Fonte Bloomberg, riferendosi alla lettera del consigliere economico presidenziale Andrei Belousov.

Per lo sviluppo della Crimea servono 526 miliardi di rubli, nel triennio 2014-2017. Per i due ponti erano previsti investimenti pari a 112 miliardi di rubli. Il ministro dello Sviluppo economico della Russia, Alexei Ulyukayev, ha confermato che il governo sta valutando dove investire. «Ciò che sarà meno rilevante verrà rinviato». Il porto di Taman doveva essere costruito sulla punta occidentale della penisola di Taman entro il 2020 con fondi pubblici e privati. L’interesse per il progetto vede giocare: Global Ports, “Eurochem”, “United Grain Company”, UCL T., “Metalloinvest” SUEK “Rusal”, “Gazprom export”, “KRU”. Il ponte sul fiume Lena della lunghezza di 21 km, di cui 18 km di strade di accesso, in cantiere per il 2021, ha un valore 38,9 miliardi di rubli. La costruzione dovrebbe essere fatta da un consorzio guidato da “VTB Capital”, che ha vinto la gara d’appalto per la costruzione ai primi di aprile.