Aumentano gli scambi rublo-yuan

63

RUSSIA – Mosca 23/02014. Il volume degli scambi dello yuan cinese alla Borsa di Mosca è cresciuto rapidamente a causa del rafforzamento dei legami tra Russia e Cina, alla luce dello sviluppo delle relazioni tra le due nazioni dopo le sanzioni occidentali contro la Russia. 

Come riporta Gazeta.ru «nei prossimi mesi la Banca di Russia potrebbe diversificare le sue riserve di valuta estera aumentando lo yuan nei confronti del dollaro». 

Secondo i dati della Borsa di Mosca, il volume degli scambi yuan-rublo nella borsa di Mosca ad agosto è stato pari a 27 miliardi di rubli (700 milioni di dollari), nuovo record mensile. 

La somma è più di cinque volte superiore rispetto ai risultati del dicembre 2013 (5,3 miliardi di rubli, pari a circa 137 milioni di dollari) e nove volte superiori a quelli di agosto 2013 (2,9 miliardi di rubli, o circa 75 milioni di dollari). Rispetto al volume degli scambi di luglio (21,4 miliardi di rubli, ovvero quasi 555 milioni di dollari), si tratta di una crescita più moderata, il 26 per cento. 

Durante i primi 17 giorni di settembre, il volume degli scambi yuan-rublo è stato di 23,9 miliardi di rubli, ovvero circa 619 milioni di dollari. Le cifre mostrano che lo yuan si sta anche rafforzando nei confronti del dollaro. 

La Russia ha rafforzato la sua cooperazione con la Cina e le altre nazioni dell’Asia-Pacifico durante le sanzioni economiche che l’Occidente ha imposto contro Mosca in seguito alla questione della Crimea. 

A maggio, il gigante del gas russo Gazprom e la China National Petroleum Corporation (Cnpc) ha firmato un accordo trentennale per l’esportazione annuale di circa 38 miliardi di metri cubi di gas russo alla Cina. 

Il 1° settembre, la Russia ha iniziato la costruzione di 3.000 chilometri della Power of Siberia Pipeline in Yakutia.