Antipirateria sino-russa nel Mediterraneo

58

RUSSIA – Mosca 21/05/2015. Le marine militari russa e cinese stanno effettuando manovre congiunte anti pirateria.

Alle esercitazioni hanno partecipato l’incrociatore lanciamissili Moskva, la fregata Ladny, le navi anfibie Alexander Shabalin e Alexander Otrakovsky, la corvetta lanciamissili Samum e il rimorchiatore MB-31. La marina cinese era rappresentata dalle fregate Linyi e Weifang e dalla nave rifornimento Wei Shanhu.
Gli equipaggi delle navi da guerra russe e cinesi hanno effettuato un training  sulla lotta ai pirati durante le manovre navali congiunte denominate Voyenno-morskogo Sotrudnichestva (Cooperazione Navale) 2015, ha annunciato in conferenza stampa l’ammiraglio Viktor Kochemazov, comandante russo dell’esercitazione: «Gli equipaggi hanno completato congiuntamente un’attività antipirateria. Si sono addestrate in attivitò d’ispezione, blocco e accompagnamento di una nave sospetta. Inoltre, hanno effettuato un’operazione di ricerca di una nave in pericolo», ha detto Kochemazov. Kochemazov aggiunto che lil 21 maggio, le navi da guerra russe e cinesi in quattro unità tattiche terranno manovra nella parte orientale del Mar Mediterraneo.