RUSSIA. Auto elettriche cinesi per Mosca dopo l’addio di Renault

147

La transizione ecologica non riguarda solo l’Occidente. Anche l’Oriente è fortemente impegnato a ridurre le emissioni di sostanze nocive a partire dalle auto.

A Mosca è iniziata la produzione in serie del crossover Moskvich 3. Le vendite nella capitale della Federazione inizieranno a gennaio e in tutta la Russia a marzo. Si tratta dell’auto cinese JAC JS4.

Il caporedattore della rivista Za rulem, Maxim Kadakov, in una intervista con il canale «, ha osservato che «non c’è nulla di russo nell’auto» e che costerà, secondo le sue ipotesi, circa 2 milioni di rubli. «Questa è un’auto cinese, la JAC JS4. Non c’è nulla di nostro. Quest’auto non è diversa da quelle che sono state portate qui di recente».

«Stiamo ricevendo un JAC JS4 cinese con l’emblema di Moskvich. Non male nemmeno come inizio. Se i piani di localizzazione di queste vetture verranno attuati, la situazione sarà ancora più interessante. Ma come verranno attuate e in che tempi è un mistero». Il giornalista ha detto poi: «A meno che non si verifichino passaggi magici e preferenze, cosa improbabile, le auto costeranno più o meno come le auto cinesi – circa 2 milioni di rubli».

Il dato interessante è che in Russia l’abbandono da parte di Renault della produzione moscovita ha rimpiazzato la produzione con una joint cinese. Si tratta, dicono gli esperti di auto di un crossover economico con un moderno sistema multimediale e 150 cavalli. Resta da dimostrare il risultato sulla strada. Il governo di Mosca ha preso l’impresa sotto la sua ala protettrice e ha pagato ai dipendenti un debito salariale di 691 milioni di rubli, che il colosso automobilistico francese non ha saldato dal 2021.

Come hanno commentato i russi anche se l’auto si chiama Moskvich si tratta in tutto e per tutto di un’auto del marchio cinese Jac con una nuova etichetta. Tuttavia, il contratto sino-russo prevede nel tempo di aumentare il grado di domesticità localizzando la produzione e attirando un pool di fornitori di componenti russi. È interessante sapere se Sobyanin promuoverà il regime di sovvenzioni, perché è improbabile che siano disposti ad acquistare un’auto a un prezzo elevato. Gli analoghi di questa classe di auto possono essere trovati per circa 2 milioni di rubli, ma il sindaco di Mosca, Sobyanin, deve prima guadagnarsi una reputazione e la fiducia dei clienti.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW