Mosca: no al cibo transgenico

44

RUSSIA – Mosca. 07/09/14. Il ministro dell’Agricoltura russo Nikolai Fedorov non vede alcun pericolo per il cibo russo. Ha detto il 5 settembre a Ekaterinburg V fiera agricola interregionale del Distretto Federale degli Urali. Fonte BelTA agenzia di stampa e IA REGNUM.

«Essere qui negli Urali, è una cosa una molto importante, perché questa è una regione sviluppata, e ribadisco ancora una volta che io sono convinto che non c’è minaccia per il cibo russo. Sì, ora dobbiamo adottare misure di protezione viste le sanzioni, ma siamo in grado di offrire tutto il necessario. Ed è fantastico che negli Urali vi sia il pane quotidiano» ha detto Nikolai Fyodorov,
«Dobbiamo essere orgogliosi del fatto che la Russia non permetterà agli alimenti geneticamente modificati di passare la frontiera, non solo la posizione di leadership del paese non la si può sperimentare sulla salute della nazione. In questa mostra, ci sarà ancora una volta dimostrare la loro forza e potenza. Questa mostra è molto necessaria per il nostro paese. Gli Urali non sono il granaio della Russia, ma è chiaro qui si lavora per raggiungere eccellenti risultati in agricoltura. Tutto questo ci permette di guardare con fiducia al futuro» ha detto il ministro Nikolai Fyodorov.
Governatore Eugene Kuyvashev, ha osservato che oggi il settore agricolo svolge un ruolo cruciale nella realizzazione del programma di sostituzione delle importazioni, migliorando la qualità della vita degli Urali.
Come riportato IA REGNUM , Ekaterinburg ha aperto il 3 settembre la V Mostra Agricola Interregionale degli Urali FD, XV fiera specializzata “Forum Agro-Industriale” e VIII Salone Internazionale Culinario “Eurasia”. Nel 2014, la mostra è stata frequentata da più di 200 imprese agricole, aree alimentari del settore del packaging, attrezzature per l’industria alimentare. Geografia di partecipanti estesa: Mosca, San Pietroburgo, Izhevsk, Kirov, Krasnoyarsk, Naberezhnye Chelny, Nizhny Novgorod, Ufa, Cheboksary, così come il cluster Sverdlovsk, Kurgan, Tyumen, Chelyabinsk Oblast, Khanty-Mansi e Yamal-Nenets. Distretto autonomo, ci sono espositori provenienti da Bielorussia e Kazakistan.