RUSSIA. 400 miliardi di rubli per il bonus gas

155

Il 31 agosto sulle testate russe è apparsa la notizia che il premier della Federazione, Vladimir Putin ha incaricato il governo di stanziare 400 miliardi di rubli per sovvenzionare la “gassificazione sociale” in tutta la Russia.

Ma di cosa si tratta? A spiegarlo il due settembre il vice primo Ministro Alexander Novak che ha valutato positivamente l’esperienza della regione di Mosca nel fornire misure di sostegno sociale a determinate categorie di cittadini. Si tratta del progetto “Gassificazione sociale”: «Le regioni con una buona sicurezza di bilancio sono in grado di fornire maggiori benefici, mentre, ovviamente, comprendiamo che le regioni con una bassa sicurezza di bilancio non sono in grado di stanziare fondi sufficienti. Come esempio positivo, citerei la regione di Mosca», ha detto il vicepremier in una intervista «dove le categorie di beneficiari sono definite nella massima misura e vengono stanziati fondi adeguati», ha affermato Novak.

Sempre nella stessa intervista Novak ha riferito a chi spettano i benefici per la gassificazione sociale di una casa privata nella regione di Mosca: famiglie con attestato per il capoluogo di regione; cittadini proprietari (familiari del titolare); cittadini che hanno residenza in casa soggetta a gassificazione, tra cui: famiglie beneficiarie di assegni familiari ai sensi dell’articolo; “Sulle misure di sostegno sociale per famiglie e bambini nella regione di Mosca”; famiglie composte da cittadini titolari di pensione, con reddito medio pro capite non superiore al livello di sussistenza; cittadini che vivono da soli, percepiscono una pensione, con un reddito non superiore al livello di sussistenza; alcune categorie di cittadini, tra cui: lavoratori domestici, partecipanti e vedove di partecipanti alla seconda guerra mondiale, prigionieri, residenti di Leningrado assediata e Sebastopoli assediata.

E sui vantaggi stessi. Hanno diritto al compenso pari al 100% del costo del lavoro svolto: costruzione di capitale alla rete di distribuzione del gas; progettare una rete di consumo gas; per l’installazione di apparecchiature gas interne, ad eccezione di un allarme gas automatico; installazione di un contatore del gas; per la realizzazione o ricostruzione di un gasdotto interno; pagamento per l’acquisto di apparecchiature del gas interne, un contatore del gas e l’installazione di un allarme gas automatico nell’ambito di un accordo globale (ma non più di 80.085 rubli); per il collegamento di apparecchiature e impianti che utilizzano gas.

E infine le famiglie con certificato di capitale di maternità regionale riceveranno due risarcimenti: 50mila rubli nel 2022 e pari importo nel 2023. A Mosca la domanda di gassificazione sociale a condizioni agevolate può essere presentata online tramite l’account personale sul sito di Mosoblgaz o presso gli uffici di Gassificazione Sociale.

Entro 30 giorni, gli specialisti di Mosoblgaz, insieme al ministero dello sviluppo sociale della regione di Mosca, prenderanno in considerazione la domanda nel modo prescritto e contatteranno il richiedente.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here