Ruanda, detenuti per costruire le strade

50

RUANDA – Kigali. Il Ruanda ha risparmiato più di 40 miliardi di franchi ruandesi attraverso il servizio comunitario di pena alternativa al carcere, comunemente noto come TIG (Travaux d’Généraux INTERETS). I detenuti sono stati impiegati per la costruzione di strade nelle città e nelle aree rurali, terrazzamenti, e la costruzione di case per i senza fissa dimora che sono sopravvissuti al genocidio del 1994 contro i Tutsi.

Il TIG nasce come approccio di riconciliazione, ma di fatto ha contribuito a costruire diverse strade lastricate in pietra a Kigali e in altri aree fuori città. 52.793 persone che sono state condannate a servizio della comunità hanno contribuito a posare 20.000.000 pietre scolpite che sono stati utilizzate nella costruzione di strade nel corso degli ultimi otto anni di esistenza del regime.

 

Justus Kangwagye ha detto che i 300 chilometri di strada Rulindo, hanno fatto risparmiare 20 milioni di franchi ruandesi e ancora il dormitorio per gli studenti presso la Scuola di Alta a Tumba ha avuto un costo di 20 milioni di franchi ruandesi invece di 70 milioni.