REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO. Kinshasa vuole stracciare gli accordi sul cobalto con Pechino

48

Felix Tshisekedi, presidente della Repubblica Democratica del Congo, ha minacciato di strappare i contratti di estrazione del cobalto firmati dal precedente governo guidato da Joseph Kabila con la Cina. Il cobalto è un componente chiave nei veicoli elettrici, computer portatili e altre tecnologie moderne, quindi la mossa sembra avere un impatto sui grandi investimenti cinesi nel paese.

L’Rdc ha quasi la metà delle riserve mondiali conosciute di cobalto, circa 3,6 milioni di tonnellate dei 7,1 milioni stimati l’anno scorso, e la Cina ha presumibilmente investito più di 10 miliardi di dollari in impianti minerari e relazioni nel paese dal 2012, riporta Atf.

Secondo All Africa News, Tshisekedi durante una visita al distretto minerario di Katanga, ha annunciato la sua intenzione di rinegoziare i contratti minerari, in particolare quelli firmati con la Cina dal suo predecessore Kabila. Ha promesso di rivedere gli accordi minerari in nome del popolo congolese che «vive ancora nella miseria (…) Non è normale che coloro con i quali il paese ha firmato contratti di sfruttamento si arricchiscano mentre il nostro popolo rimane povero», ha detto Tshisekedi durante una visita alla città mineraria di Kolwezi. «Era ora che il paese riaggiustasse i suoi contratti con i minatori per suggellare partenariati vantaggiosi per tutti (…) Ne ho davvero abbastanza! (…) Sono molto duro con questi investitori che vengono solo per arricchirsi. Arrivano con le tasche vuote e se ne vanno come miliardari”, ha detto il capo dello Stato durante un raduno nel centro della città, acclamato da migliaia di residenti.

Ma ha detto che: «È anche colpa nostra. Alcuni dei nostri compatrioti hanno negoziato male i contratti minerari. Peggio, il poco che va allo Stato, lo mettono nelle loro tasche»; ha promesso di fare del «grande Katanga, di tutto il Congo (…) la capitale mondiale dei minerali strategici».

I media cinesi non hanno riportato i commenti del presidente ma solo che Tshisekedi ha visitato il progetto della miniera di rame e cobalto Huagang Mining. Il primo ministro dell’Rdc Lukund e alti funzionari del governo provinciale di Lualaba lo hanno accompagnato.

I media cinesi hanno riferito che Tshisekedi ha detto che ll’Rdc attribuisce grande importanza alla cooperazione con la Cina. Come partner del progetto Belt and Road e della presidenza a rotazione dell’Unione africana, il Congo costruirà una piattaforma per la cooperazione tra i due paesi per approfondire le risorse e le infrastrutture.

Maddalena Ingrao