REGNO UNITO. Ex piloti RAF addestrano l’aviazione cinese

143

Il Regno Unito ha messo in guardia i suoi ex piloti militari dal lavorare per l’esercito cinese. Secondo la BBC, si ritiene che fino a 30 ex piloti di caccia britannici stiano addestrando personale dell’Esercito Popolare di Liberazione. Si sostiene che gli ex piloti militari siano stati attirati in Cina con ingenti somme di denaro per trasmettere la loro esperienza al PLA. I funzionari dell’intelligence hanno dichiarato che i tentativi di caccia ai piloti si sono intensificati.

Un portavoce del Ministero della Difesa britannico ha dichiarato al sito web che l’addestramento e il reclutamento dei piloti non viola alcuna legge, ma i funzionari del Regno Unito e di altri Paesi stanno cercando di scoraggiare l’operazione, riporta Hindustan Times.

Ai piloti britannici in pensione vengono offerte ben 237.911 sterline per aiutare i cinesi a capire come operano gli aerei e i piloti occidentali. Tali informazioni si riveleranno utili ai cinesi in conflitti come quello di Taiwan. Secondo il rapporto BBC, nel 2019 i funzionari britannici sono venuti a conoscenza del reclutamento di ex piloti militari, ma hanno scelto di trattare la questione caso per caso. Dopo che i viaggi in Cina sono diventati impossibili durante il Covid-19, i tentativi sono ora ripresi.

Un funzionario britannico ha anche affermato che i cinesi hanno preso di mira gli attuali piloti militari in servizio, ma nessuno di loro ha accettato l’offerta. Si tratta di piloti esperti di jet e elicotteri veloci, avendo prestato servizio non solo nella RAF ma in tutte le forze armate britanniche. Hanno anche pilotato Typhoon, Jaguar, Harrier e Tornado. Pechino vorrebbe attingere ai piloti dell’F-35, ma loro non sono coinvolti. Alcuni dei piloti hanno superato i 50 anni e hanno lasciato le forze armate da tempo. Sono stati presi di mira anche i piloti di altre nazioni alleate. Il processo di reclutamento avviene tramite cacciatori di teste e si dice che sia coinvolta una particolare accademia di volo sudafricana.

Tuttavia, non ci sono prove che dimostrino che i piloti in pensione abbiano violato l’Official Secrets Act. I funzionari affermano che l’allerta serve a ricordare al personale in servizio l’obbligo di proteggere le informazioni segrete.

Un portavoce del ministero della Difesa britannico ha dichiarato che il governo sta prendendo provvedimenti decisivi per impedire ai cinesi di arruolare piloti in servizio ed ex piloti delle forze armate per addestrare il personale del PLA.

Luigi Medici