REGNO UNITO. Crescono le vendite di ebook grazie alla Pandemia

29

Le vendite di ebook libri degli editori britannici sono destinate a raggiungere il massimo storico quest’anno, mentre il pubblico si rivolge alla lettura per sfuggire alla pandemia. Tuttavia, il boom degli ebook e degli audiolibri ha un costo elevato per l’industria, con le vendite globali di libri stampati degli editori britannici che nei primi sei mesi dell’anno sono precipitate di 55 milioni di euro, durante il primo blocco del coronavirus.

La pandemia ha fatto rivivere le fortune dell’ebook consumer. Il formato una volta propagandato come il futuro della lettura ha subito sei anni consecutivi di calo delle vendite dal picco del 2014, ma quest’anno è stato diverso, con vendite nel Regno Unito e all’estero in crescita del 17% fino a 144 milioni di sterline nel primo semestre. Gli editori britannici possono ora aspettarsi che gli ebook godano del loro anno migliore dal 2015, quando le vendite sono state di poco inferiori ai 300 milioni di sterline, riporta The Guardian.

Il mercato degli ebook ha ricevuto una spinta anche grazie all’abolizione da parte del governo della cosiddetta “tassa sulla lettura” del 20% di Iva sui titoli digitali, che Amazon ha poi tagliato dal prezzo degli ebook Kindle il 1° maggio, per allinearli agli equivalenti fisici, che sono sempre stati a tasso zero.

Le vendite degli audiolibri sono salite del 42% a 56 milioni di sterline nel primo semestre, in linea con il record di 97 milioni di sterline stabilito l’anno scorso. La somma delle vendite dei due formati, pari a 199 milioni di sterline nel primo semestre, ha fatto sì che gli editori britannici si siano aggiudicati il miglior risultato di sempre per le vendite digitali di titoli consumer, ben prima del tasso di crescita necessario per raggiungere il record del 2019, pari a 336 milioni di sterline.

Storia molto diversa nel settore del libro stampato: le vendite globali di libri stampati per gli editori britannici sono scese del 17% a 1,1 miliardi di sterline nel primo semestre, e all’interno di questo, le vendite di libri di consumo sono scese del 12% a 653 milioni di sterline; il volume delle vendite di libri stampati nel Regno Unito è sceso di 24,3 milioni durante il blocco, con un calo del 14% a 148 milioni.

Che libri si leggono? Mentre i generi come la narrativa per bambini e la saggistica, compresi i libri di cucina, si sono dimostrati popolari, nei formati cartacei e digitali l’unico genere che ha mostrato una crescita complessiva è stato quello della narrativa, con vendite di libri di questa categoria in crescita del 13% a 284 milioni di sterline.

Graziella Giangiulio